Viterbo, Troncarelli: “Aggressione a giovane disabile è violenza ingiustificata da condannare”

A worker lights torches on a cross outside Rome's ancient Colosseum before Pope Francis leads his first Good Friday Way of the Cross as pope March 29. (CNS photo/Paul Haring) (March 29, 2012) See POPE-GOODFRIDAY March 29, 2013.

“Quanto avvenuto venerdì scorso in via Oscura a Viterbo è un atto vergognoso, da condannare; una violenza ingiustificata e che non può passare sotto silenzio”. Così l’assessore alla Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e Asp (azienda pubblica di servizi alla persona), Alessandra Troncarelli, in merito alla violenza nei confronti di un giovane  disabile da parte di due ragazzi, avvenuta venerdì scorso nel centro del comune di Viterbo. “La più profonda vicinanza e solidarietà va al ragazzo aggredito e ai suoi famigliari. Qualsiasi forma di violenza e discriminazione va fermamente condannata ed è necessario sottolineare che episodi del genere sono in primo luogo un’offesa verso le vittime, ma anche verso tutta la comunità. Le istituzioni, insieme alla collettività, hanno il dovere di prevenire la violenza e possiamo farlo mediante la promozione e la diffusione di una cultura del rispetto verso l’altro, verso il prossimo, in particolare se più fragile e vulnerabile. L’inclusione e l’integrazione sono i valori che dobbiamo perseguire e insegnare ai nostri ragazzi, aiutandoli ad essere accoglienti e solidali”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI