Viterbese, due partite da leoni per continuare a sognare la promozione

Cristiano Politini

Una fase nazionale tutta da vivere quella della Viterbese. Al Rocchi domenica sera arriva il Pisa, terza classificata in campionato. La Viterbese è chiamata a un esame importantissimo e, anche se non sarà una partita secca, tra le mura di casa i gialloblù dovranno cercare il miglior risultato possibile per giocare il ritorno di mercoledì 23 maggio in condizione di favore. Il morale è alto, sia quello della squadra sia quello della città che, già dalla prevendita dei biglietti, si è stretta intorno ai suoi leoni.

Durante la stagione regolare il Pisa ha colto quattro punti contro i gialloblù, ma i leoni di Via della Palazzina hanno dato battaglia in entrambe le gare. La Viterbese arriverà alla super sfida di domenica con due partite sulle spalle e con poco riposo nelle gambe. I pisani hanno riposato di più, ma dalla sua la Viterbese ha l’entusiasmo e la convinzione di aver ritrovato il suo gioco, con una difesa e un centrocampo solido e un attacco che sa colpire nel momento giusto. A proposito di attacco: non si hanno ancora notizie sul recupero di Jefferson, uscito in anticipo dalla sfida con la Carrarese per un problema fisico.

Mister Sottili guarda con ottimismo alla gara e ha suonato la carica prima dell’importante sfida: “Quella di domani sarà certamente una bella partita, vietata ai malati di cuore e con una cornice di pubblico eccezionale. Per noi sarà un’altra grande opportunità e ce la vogliamo giocare fino in fondo, pieni di entusiasmo per essere arrivati fino a questo punto”.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI