Vinicio Capossela a Ferento con suoni medievali e poesia

Piccolo bestiario antico. Un grande ritorno a Ferento del famoso e poliedrico artista con gli spalti dell’antico teatro strapieni! “Ballate per uomini e bestie”, l’ ultimo successo di Vinicio Capossela, è davvero un’opera di grande forza espressiva. Quello di lunedì sera a Ferento si è mostrato un inedito concerto-spettacolo di Vinicio Capossela ispirato all’omonimo album pubblicato da La Cùpa/Warner Music che è valso all’artista l’assegnazione della prestigiosa Targa Tenco 2019 per il “Disco in assoluto”. che gli verrà consegnata nell’ambito della Rassegna della Canzone d’Autore (Premio Tenco 2019) in programma al Teatro Ariston di Sanremo dal 17 al 19 ottobre. La forma scelta da Capossela per questa sua nuova impresa artistica è quella della ballata, come occasione di pratica metrica e di svincolamento dalla sintesi. La ballata prende il caos delle parole in libertà, l’esperienza liquida del divenire, le riduce a storia e le compone nel fluire di strofe. Tra i quattordici brani che compongono l’album non mancano poi canzoni ispirate alla grande letteratura, da testi medievali alle opere di poeti amati come Oscar Wilde e John Keats.

In scaletta, oltre ai brani del nuovo album, anche alcuni classici del repertorio di Capossela legati a doppio filo al tema del concerto
Capossela, accompagnato da una banda di musicisti di straordinario talento, ha condotto il pubblico in un viaggio attraverso un medioevo fantastico fatto di bestie estinte, creature magiche, cavalieri erranti, fate e santi. Il tour teatrale toccherà le principali città italiane.
Un concerto in cui non si è risparmiato, pronto a ripartire direzione Abruzzo martedi 6 agosto sera sarà all’Anfiteatro Romano di Alba Fucens / Festiv’Alba / Massa d’Albe (AQ) in cui il pezzo forte sarà canterà “l’alba del mondo”. www.viniciocapossela.it

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI