Urlo Jefferson al 90’. Al Rocchi tra Viterbese e Sudtirol è 2-2

Niccolò Prestininzi

Allo stadio Enrico Rocchi di Viterbo mercoledi 30 maggio si affrontano Viterbese e Sudtirol, gara valevole per i quarti di finale di andata dei play-off di Serie C. I padroni di casa arrivano a questo incontro con grande entusiasmo, dopo aver eliminato Pontedera, Carrarese e, soprattutto, il Pisa, espugnando con una grande prestazione l’Arena Garibaldi. Ora l’avversario è, se possibile, ancora più ostico. Gli altoatesini, infatti, sono arrivati al secondo posto nel girone B e per loro, quindi, questa è la prima partita dei play-off.

Inizia la partita in uno stadio pieno e infuocato con la Viterbese che cerca il primo affondo al 5′ minuto: Cenciarelli si inserisce e mette al centro trovando la testa di Jefferson che manda di poco fuori. Ancora i padroni di casa a spingere, contropiede di Baldassin che allarga per Calderini il quale, dopo aver saltato l’uomo, manda alto di sinistro.
La squadra di Sottili ha iniziato la gara cercando di aggredire l’avversario mettendo grande intensità per indirizzare subito il match. Al contrario gli uomini di Zanetti si coprono con una difesa a cinque in fase di non possesso e attaccano sfruttando l’ampiezza con i cambi di gioco.
La Viterbese fa la partita mantenendo il ritmo alto e ci riprova al 20′ con il destro da fuori di Di Paolantonio, troppo debole per impensierire Offredi.
“Il lampo che accende lo stadio arriva al 33′: corner battuto da Sini e mischia in area di rigore che vede Tait toccare per ultimo il pallone mandandolo nella sua porta e regalando, così, il gol del vantaggio alla Viterbese”
Il primo tempo ha una sola protagonista, la Viterbese: intesa Calderini-Jefferson, cross del primo e tiro al volo del secondo, leggermente strozzato.
Finisce 1-0 per la Viterbese la prima frazione.

Il secondo tempo inizia subito con una clamorosa occasione per il Sudtirol: dopo la doppia parata di Iannarilli, Tait si trova completamente solo con la palla sulla riga di porta, ma non riesce a spingerla oltre, fallendo incredibilmente la possibilità del pareggio. Il copione dei primi minuti del secondo tempo è l’inverso di quello dei primi 45: l’opportunità mancata, infatti, sembra aver scosso la squadra di casa che soffre l’iniziativa dei biancorossi e si fa schiacciare ma prova a rituffarsi in avanti in contropiede. L’intensità messa in campo nella ripresa dal Sudtirol viene premiata al 59′: lancio per Candellone che stoppa e mette al centro trovando Costantino solo sul secondo palo che appoggia alle spalle di Iannarilli e fa 1-1.
La Viterbese prova a rispondere al 66′ con il tiro da fuori di Baldassin, diagonale preciso ma respinto da Offredi; successivamente poi Jefferson recupera la sfera in area ma non riesce a trovare un compagno a rimorchio.
Dopo il gol, i gialloblù sono tornati a spingere e a fare la partita, schiacciando gli altoatesini nella loro metà campo, anche grazie a un notevole pressing offensivo.
Doppio cambio offensivo per Sottili, fuori Calderini e Cenciarelli, dentro Bismarck e Mosti.
Al 73’, però, doccia gelata per la Viterbese: dagli sviluppi di una punizione la palla arriva a Tait che calcia potente da fuori; Iannarilli respinge male e dopo un contrasto la sfera arriva a Costantini che ribadisce in porta per la doppietta personale e il 2-1 ospite.
Dopo aver subito la rimonta, i gialloblù si buttano in avanti cercando almeno il gol del pareggio, ma non riescono a creare vere e proprie occasioni. Sottili cerca il tutto per tutto inserendo Mendez al posto di Peverelli. La Viterbese ci prova con le ultime forze al 86’: proprio il neo entrato mette al centro rasoterra, non trovando, però, la deviazione vincente di un compagno. È il preludio al gol del pareggio che arriva, infatti, soltanto tre minuti dopo: in seguito a un corner respinto, Rinaldi rimette la palla al centro trovando Jefferson che aggancia e spedisce in rete, realizzando, così, l’importantissimo gol del 2-2. Si conclude con questo punteggio il match. Ora la Viterbese è costretta a vincere in trasferta a Bolzano se vuole continuare nella cavalcata Serie B domenica prossima.

Viterbese (4-3-3): Iannarilli, Celiento, Rinaldi, Sini, Peverelli (dal 84’ Mendez), Baldassin, Di Paolantonio, Cenciarelli (dal 70’ Mosti), Vandeputte (al 56’ De Vito), Jefferson, Calderini (dal 70’ Bismark)
A disp: Micheli, Pini, De Sousa, Mendez, Zenuni, Sanè, Pandolfi, Atanasov, De Vito, Benedetti, Mosti, Bismark
Allenatore: Stefano Sottili

Sudtirol (3-5-2): Offredi, Sgarbi, Vinetot, Erlic, Tait, Tonye, Berardocco (dal 87’ Zanchi), Fink (dal 66’ Smith), Frascatore, Candellone (dal 78’ Gatto), Costantino (dall’87’ Heatley).
A disp: D’Egidio, Bertoni, Cia, Smith, Zanchi, Baldan, Cess, Boccalari, Oneto, Gatto, Heatley, Berardi.
Allenatore: Paolo Zanetti

Note
Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna
Corner: sette a quattro per la Viterbese
Ammoniti: 49’ Berardocco (S), 81’ Smith (S)
Recupero: 0’ p.t. 4’ s.t.

Reti: 33’ Celiento (V); 59’ e 72’ Costantino (S) 89’ Jefferson (V)

Foto: Cristiano Politini

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI