Tuscania uno scrigno da aprire: un successo le visite guidate

Grande successo di pubblico interessato alla scoperta e conoscenza della magnifica città di Tuscania, con le visite guidate di sabato 6 e domenica 7 maggio in occasione dell’ annuale fiera. per l’inizio del progetto Tuscania: uno scrigno da aprire, finanziato dalla Regione Lazio.

L’iniziativa, nata per la valorizzare la città, il suo territorio, il patrimonio artistico, ambientale, archeologico, le tradizioni, i prodotti tipici, è realizzata dal Comune e dalla Proloco in collaborazione con l’Associazione Antico Presente e coinvolge direttamente e indirettamente tutta la popolazione di Tuscania

Un team di professionisti, regolarmente abilitati e con esperienza ormai consolidata sul settore turistico e responsabile, hanno fornito informazioni e brochure sul progetto e hanno accompagnato gli oltre 200 visitatori nelle visite guidate al centro storico.

Il servizio di accoglienza, prenotazione ed informazione diretta sul progetto è stata svolta dalle Guide Ambientali Escursionistiche Maria Giulia Catemario e Giuseppe Di Filippo, le visite guidate sono state effettuate dalle Guide Turistiche e Ambientali Sabrina Moscatelli e Annarita Properzi.

Sabato 6 maggio mattina e pomeriggio sono state effettuate due passeggiate nel centro storico attraverso piazze e angoli caratteristici, alla scoperta di palazzi, fontane, mura di cinta seguendo il percorso dell’antica Via Clodia fino alle splendide basiliche di San Pietro e Santa Maria.

Domenica 7 maggio, la mattina è stata dedicata al Museo Archeologico e al Complesso di Santa Maria del Riposo, splendida chiesa rinascimentale che conserva capolavori artistici di grande pregio e gentilmente aperta da monsignor David. La visita è continuata nell’ex convento francescano, elegante struttura del XVI secolo oggi sede del Museo Etrusco Nazionale. La passeggiata del pomeriggio è proseguita con la visita del centro storico e delle Basiliche.

Molti visitatori si sono fermati in città in entrambe le giornate, avendo l’occasione così di scoprire anche gli aspetti culinari grazie all’ampia scelta di ristoranti e locali che la città offre.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI