Tre manifesti sulla trifora di palazzo Santoro ufficializzano l’inizio dei lavori all’Ardenti

(L. C.) – Ora c’è il calendario, se preferite, il timing che entro la fine dell’anno dovrebbe portare alla riapertura della Biblioteca Consorziale degli Ardenti di piazza Verdi a Viterbo. Tre manifesti che spiccano sulla trifora di palazzo Santoro ufficializzano l’inizio dei lavori di ristrutturazione dell’edificio, che prevedono la “costruzione di un ascensore, l’adeguamento degli impianti, il progetto di indicizzazione dei fondi manoscritti della Biblioteca Comunale degli Ardenti”. In effetti, l’opera di recupero dei volumi – molti antichissimi e di assoluto valore storico – è partita da tempo e adesso scatta il risanamento degli ambienti che il tempo, l’umidità ed una oggettiva trascuratezza hanno messo in grande sofferenza. Una operazione in due tempi: prima il salvataggio del patrimonio, cioè dei tesori e adesso la ristrutturazione del palazzo, cioè del portagioie. Il tutto dovrebbe avere un costo di 260.000 euro, in parte messi a disposizione della Regione e in parte dal Consorzio Biblioteche. Difficile prefissare una data precisa per la riapertura al pubblico. “Sarebbe un azzardo – ammette il Commissario, Paolo Pelliccia – soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo attraversando, ma voglio credere di poterci riuscire entro la fine dell’anno”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI