Torre Alfina Blues Festival: una grande dodicesima edizione

Un grande successo di pubblico per la dodicesima edizione del Torre Alfina Blues Festival appena concluso e svoltosi nella splendida cornice del Castello Cahen e nel borgo medievale tra i più belli d’Italia, una frazione di Acquapendente.
Dal 29 al 31 luglio 2016 oltre 1500 le persone che hanno assistito ai 18 concerti in programma con la presenza di numerosi artisti internazionali.. Al Castello di Torre Alfina si sono esibiti in prima serata i gruppi più importanti: Chris Thomas King, Wena & The Souldiers, Sarah Jane Olog, Stefano Tavernese Duo River Blonde, Jonis Bascir con la Torre Alfina Blues Band, F.B.I. di Massimo Fumanti.

Di grande rilievo artistico il gran finale di domenica sera con la vocalist e special guest Sarah Jane Olog che ha reinterpretato in chiave soul-rock-funky brani evergreen come “Walking on the road” dei Rolling Stone, “I’d rather go blind” di Etta James, “Little by Little” di Susan Tedeschi e “Iron Sky” di Paolo
Nutini.

“Il Torre Alfina Blues Festival si è confermato ancora una manifestazione musicale di qualità e di successo “che non è soltanto un appuntamento annuale per tutti gli appassionati di blues e generi derivati, ma costituisce una vera e propria attrazione culturale per il territorio aquesiano” dichiara il direttore artistico del Festival Carlo Di Giuliomaria.

I fans del Festival potranno rivivere e riascoltare tre serate sui social media Facebook e You Tube.

Pure consueto appuntamento con il “Club di mezzanotte”, allestito nella piazzetta medievale del borgo, è risultato seguitissimo, dal pubblico presente fino a tarda notte ai concerti e allle jam session improvvisate fra gli artisti presenti, tra cui i chitarristi Rocco Zifarelli, Nicola di Staso, Massimo Fumanti e il batterista Claudio Rizzo.Appuntamento all’edizione 2017 la numero tredici.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI