Sutri, Non è un continente nero: open-space e monologo sull’Africa

Africa

“Sono ammessi strumenti musicali, non è ammessa l’intolleranza”, questo l’invito della locandina per la partecipazione all’evento gratuito “Non è un continente nero”, che si terrà a Sutri venerdì 12 dicembre, dalle 18 alle 23 all’interno della chiesa di San Francesco nell’omonima piazza.

Durante la prima parte della manifestazione è previsto un open space no-stop dove verranno proiettati filmati, immagini, sonorizzazioni e una mostra di stencil art “Volti dell’Africa e non solo” con brevi biografie e informazioni didattiche su personaggi come Biko, Lumumba, Mandela, Ken Saro Wiwa e molti altri. Contemporaneamente è attivo un laboratorio artistico e musicale, quest’ultimo aperto a chiunque voglia esibirsi con un repertorio classico o di autocomposizioni di carattere acustico, sottolineando con la propria musica le immagini che scorreranno. Infine alle 21.15 è la volta di “Monologo sull’Africa” di Giuseppe Carrisi, presidente dell’Associazione Pizzicarms Onlus, giornalista Rai, in diverse occasioni inviato di guerra e con una grande passione per l’Africa dove spesso ha portato avanti e realizzato nobili progetti di solidarietà.

Sarà questa un’importante occasione per entrare nel continente africano, in gran parte ancora sconosciuto e per avvicinarsi all’attività dell’associazione Pizzicarms, sensibile alla tematica dei bambini soldato dei paesi in via di sviluppo, in particolare dell’Africa dove è più diffusa la piaga dei minori combattenti.

Chi vuole può cominciare ad usufruire di un hastag: #NoneunContinenteNero per avere notizie e commenti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI