Salute mentale: ospedali aperti per le donne

di Carolina Peciola

  • Dal 9 fino all’11 ottobre porte aperte negli ospedali del network “Bollini rosa” per le donne che soffrono di disturbi psichici, neurologici e del comportamento alimentare.

L’iniziativa, al suo settimo anno consecutivo, è organizzata da Fondazione Onda-Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale che si celebra il 10 ottobre.

 

Presso gli ospedali aderenti e tutti i presidi dedicati alla salute mentale saranno attivi consulti, colloqui psicologici, sportelli di ascolto, info point e conferenze, tutti servizi offerti gratuitamente alle donne che soffrono di ansia, depressione, disturbi dell’umore e del sonno, psicosi e disturbi del comportamento alimentari.

 

L’obiettivo è di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizi, stigma e paure legati alle malattie psichiche. Quest’anno in particolare, saranno distribuiti anche materiali informativi su schizofrenia e suicidio giovanile.

 

“Questa iniziativa –chiarisce Francesca Merzagora, Presidente Fondazione Onda – assume quest’anno una valenza ancora superiore alla luce delle conseguenze del Covid-19 che potrebbe purtroppo far aumentare i casi di depressione, già elevati soprattutto per la popolazione femminile (2 milioni le donne che ne soffrono). L’OMS parla di emergenza psichica: per questo offrire, con la collaborazione di tante strutture a cui va il nostro ringraziamento per lo sforzo organizzativo, servizi gratuiti alla popolazione su tutte le patologie mentali, riteniamo sia un piccolo, ma prezioso contributo”.

 

I servizi offerti sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it. Fra le strutture aderenti non ce n’è nessuna a Viterbo e provincia, mentre aderiscono diversi centri a Roma. Potete verificare la lista completa a questo link, dove è anche possibile scaricare il materiale informativo.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI