Sagra delle castagne: Convivium Segretum a Soriano nel Cimino

Prende il via l’1 ottobre la quarantottesima edizione della Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino, manifestazione storico-rievocativa durante la quale il paese viene avvolto da un’atmosfera molto suggestiva. Le sue origini vanno ricercate in una festa istituita dal Consiglio della Comunità alla fine del ‘400. La moderna sagra nasce nel 1968 con due obiettivi: rievocare gli eventi più significativi della storia di Soriano e rendere omaggio a uno dei frutti distintivi del territorio, la castagna. Vie e piazze sono addobbate a festa, ogni giorno è possibile imbattersi in scene rievocative e le taverne delle quattro contrade – Papacqua, Rocca, San Giorgio, Trinità – sono pronte a soddisfare i palati degli avventori con i piatti tipici della tradizione locale.

Dopo l’anteprima dello scorso sabato, in cui è stato presentato il Palio 2015, e quella di domenica 27 settembre (“Le Contrade per l’Avis”, donazione di sangue dalle ore 8 presso il Centro Salute di Via Innocenzo VIII a cura della sezione Avis “Dante Terzini”), giovedì 1 ottobre è il momento del Convivium Secretum, giunto all’ottavo anno. Si tratta di un percorso enogastronomico tra i sapori dei tempi antichi presso le taverne delle quattro contrade. Un evento affascinante, vista l’accurata ricerca storica necessaria per la sua realizzazione, e suggestivo, perché permette ai visitatori di inoltrarsi in un atmosfera d’altri tempi. Con soli 20 euro è possibile fare il giro delle quattro taverne e gustare i piatti tipici medievali o rinascimentali, in base al periodo storico di appartenenza di ogni contrada. A loro volta le quattro contrade s ono coinvolte in una gara storico-gastronomica per il miglior allestimento e la miglior pietanza.

Ad accogliere gli avventori in ogni taverna, oltre l’allestimento del tavolo del convivio con i molti personaggi che lo popolano, tutti rigorosamente in costume, ci sono spettacoli di intrattenimento. Coloro che decidono di avventurarsi in questo magico percorso avranno di volta in volta la sensazione di entrare in un mondo lontano e assaporare piatti ormai dimenticati. Ogni anno un’attenta giuria di esperti in alimentazione, professori di storia dell’arte, scenografi, costumisti e specialisti di ceramiche d’epoca, dopo aver concluso il percorso gastronomico, assaggiato tutti i piatti e valutato gli allestimenti e gli abiti di scena, decretano il rione vincitore per la miglior pietanza e per le ricostruzioni scenografiche più fedeli all’epoca storica.

Dal momento che i posti sono soggetti a disponibilità, tutti gli interessati a partecipare dovranno effettuare una prenotazione obbligatoria presso la Pro Loco di Soriano in Piazza Umberto I (lunedì-venerdì ore 17-19, sabato-domenica 10-12.30 e 17-19, tel. 366.2899392 – 0761.746001). Per ulteriori informazioni si consiglia di visitare il sito www.sagradellecastagne.com.

La Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino è organizzata dall’Ente Sagra delle Castagne presieduto da Antonio Tempesta, in collaborazione con Comune e Pro Loco di Soriano nel Cimino, Provincia di Viterbo, Comunità Montana dei Cimini, ed è inserita nel programma delle Feste della Castagna della Tuscia coordinato dalla Camera di Commercio di Viterbo. Un ringraziamento particolare va alla Regione Lazio e all’Arsial per il contributo dato all’evento, che fa parte dei progetti finanziati degli stessi enti in collaborazione con Expo 2015.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI