Poste Italiane, nella Tuscia sottoscritti oltre 195mila Buoni Fruttiferi Postali e 153mila Libretti di Risparmio

Matteo Del Fante

Libretti di Risparmio e Buoni Fruttiferi Postali continuano ad essere tra le forme di risparmio più amate dai Viterbesi. In tutta la provincia, infatti, sono oltre 195mila i Buoni Fruttiferi Postali in essere e 153mila i libretti di risparmio. Statisticamente, in media ogni cittadino di Viterbo ha sottoscritto e possiede un Buono Postale o un libretto.  

Emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti e garantiti dallo Stato italiano, i Buoni Postali non prevedono costi né di sottoscrizione o rimborso così come i Libretti che non hanno spese di apertura, chiusura e gestione, fatto salvo gli oneri di natura fiscale. Entrambi sono disponibili sia nelle versioni “tradizionali” sia nelle versioni dematerializzate o digitali.

Per sottoscrivere un Buono Fruttifero Postale o aprire un Libretto è possibile recarsi presso gli sportelli di uno degli 84 uffici postali di Viterbo e provincia oppure, anche per avere maggiori informazioni e dettagli sulle caratteristiche dei due prodotti, collegarsi al sito www.poste.it e navigare nella sezione “Risparmio e Investimenti”.

La centralità del risparmio postale è stata sottolineata dall’Amministratore Delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante (nella foto), che, in occasione della presentazione dei risultati finanziari del primo semestre 2022, ha ricordato: “Abbiamo avuto una raccolta netta positiva trainata da depositi e prodotti assicurativi. C’è stato un andamento positivo dei flussi dei buoni postali dopo le significative azioni di riprezzamento intraprese da Cdp a inizio luglio, in risposta al rapido rialzo dei tassi di interesseL’Azienda – ha aggiunto Del Fante – porta avanti strategie di investimento flessibili viste le condizioni di mercato in evoluzione”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI