Pergamene del Monastero di Santa Rosa esposte al pubblico

monastero santa rosa

Il 19 marzo, alle ore 11 a Viterbo presso il Monastero delle Clarisse nella sala del Pellegrino, saranno presentate al pubblico dodici delle pergamene del Monastero di Santa Rosa la cui risistemazione è opera del Laboratorio di Restauro della Provincia di Viterbo curata da Maria Graziella Cattafi.
Le dodici pergamene rientrano nel fondo pergamenaceo denominato ‘Le pergamene del monastero di Santa Rosa’ costituito da quaranta esemplari manoscritti, dei quali quindici risalgono al XIII secolo, ventuno al XIV e quattro al XV secolo. Il fondo è stato trasferito nel corso dell’anno 2002 dall’Archivio di Stato di Roma a quello di Viterbo. Cstituiscono un’ importante fonte per la conoscenza delle condizioni di vita della città di Viterbo dal XIII al XV secolo. Non contengono solo informazioni relative al monastero ma anche atti relativi a privati.
Alla cerimonia ci saranno: il presidente della Provincia Marcello Meroi e l’assessore provinciale alla Cultura Giuseppe Fraticelli, la traduttrice del Centro Studi “Santa Rosa da Viterbo” Eleonora Rava e Attilio Bartoli Langeli dell’Istituto Storico Italiano per il Medioevo che illustreranno il complesso dei testi e l’archivio. Infine la coordinatrice tecnica del Laboratorio di Restauro della Provincia di Viterbo Paolo Sannucci rappresenterà gli interventi che hanno permesso la conservazione dei preziosi documenti. “Il recupero ed il conseguente restauro delle dodici pergamene è stata un’altra sfida ambiziosa che gli operatori del Laboratorio hanno raccolto e vinto. Perché – tengono a sottolineare Meroi e Fraticelli – prendere in mano opere d’arte e manoscritti antichi non è uno scherzo e senza la dovuta professionalità si corre il rischio di comprometterne definitivamente la qualità”. Le 12 pergamene resteranno esposte al pubblico dal 19 al 22 marzo nel complesso del Monastero

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI