Nonni e bambini all’insegna dell’etica dello sport

Il Panathlon International, per quelli che non lo sanno, ha per mission la promozione dell’etica sportiva, cioè quel valore che oggi nel professionismo avanzante in ogni attività agonistica sportiva va scemando.
Per questo fine è stato varato il progetto “EWOS 2018” un’iniziativa della Commissione europea recepita dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio quindi fissata come “Settimana Europea dello Sport” dal 23 al 30 settembre 2018. Pertanto sotto il motto “Be active – Lo Sport è vita” in ogni regione e città italiana sono stati organizzati eventi al fine di invitare i cittadini a praticare attività fisica e sport quali strumenti per promuovere benessere della persona ed inclusione sociale.
A Viterbo, con la occasione della prossima “Festa dei nonni” fissata internazionalmente al 2 ottobre di ogni anno (Festa cristiana degli Angeli Custodi), Nonni e Bambini mano per la mano compiranno una passeggiata presso gli impianti sportivi comunali di atletica leggera, Baseball, Rugby e Bocce la mattina di domenica 30 settembre dalle h.10 sino alle 12,30 quando un buffet darà ristoro alla “fatica”.
Tutti gli sportivi nonni sono pertanto invitati a portare i loro nipoti a spasso nei campi sportivi. Durante la camminata i più piccoli potranno conoscere dell’esistenza di impianti sportivi e delle attività che ivi si svolgono ed in poche parole avere interesse per un mondo, quello sportivo, che da più grandicelli dovrà essere il loro.
Sarà pertanto una “staffetta generazionale” tra chi lo sport l’ha praticato, vissuto, ma poi, per l’età lo ha lasciato e coloro che invece lo dovranno iniziare.
Soprattutto, l’iniziativa organizzata dal Panathlon Club di Viterbo e patrocinata da Comune di Viterbo con la collaborazione del Comitato provinciale di Viterbo della Fed. It. Atletica leggera, la soc. Atletica Viterbo, il Rams B.C. Viterbo, Union Rugby Viterbo, e la Federazione Italiana bocce e la Ditta Regal premiazioni sportive, mira a sensibilizzare i giovani al culto dell’etica sportiva, quindi al rifiuto generalizzato di ogni professionismo.
Tutti in via del Campo scolastico, 12 domenica mattina !

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI