Montalto di Castro diventa Comune Plastic free  

Firmata l’ordinanza per ridurre l’inquinamento Addio alla plastica sul territorio di Montalto di Castro. Il sindaco Sergio Caci ha firmato venerdì 2 agosto  mattina l’ordinanza per ridurre la percentuale di rifiuti dannosi per l’ambiente, aderendo alla Campagna “Lazio Plastic Free” che contiene azioni volte alla riduzione, recupero, riciclo, rigenerazione e riuso dei materiali con l’obiettivo di contrastare l’emergenza mondiale rappresentata dall’inquinamento della plastica.
L’azione dell’amministrazione comunale è quella di avviare una serie di misure quali il divieto agli esercenti, anche in forma itinerante, di attività commerciali, artigianali, alberghiere e somministrazione di alimenti e bevande all’uso della plastica. Si potranno distribuire esclusivamente piatti, bicchieri, posate, cannucce, mescolatori di bevande e bottiglie in materiale biodegradabile e/o compostabile a partire dal 31 ottobre 2019.
La Campagna per ridurre l’inquinamento riguarda inoltre iniziative creative volte alle scuole e la distribuzione di erogatori automatici di acqua potabile, raccoglitori/ eco-compattori di plastica incentivanti, ovvero macchinari in grado di raccogliere e compattare in modo autonomo gli imballaggi di plastica con la conseguente erogazione di un credito per ogni bottiglia in plastica conferita.
«La campagna di sensibilizzazione e l’ordinanza – dichiara il sindaco Sergio Caci – servono a creare una migliore attenzione nel riciclo della plastica e nella scelta di materiali eco compatibili. L’ambiente merita il nostro rispetto, educhiamoci a rispettare il nostro pianeta».
«La tutela del territorio e il rispetto dell’ambiente sono una prerogativa da sempre fondamentale e imprescindibile nella nostra amministrazione comunale – aggiunge il vicesindaco e assessore all’ambiente Luca Benni -. I progetti messi in campo in questi ultimi mesi, come il nuovo bando della nettezza urbana, l’intervento al fosso del Sanguinaro e quest’ultima ordinanza che il sindaco ha firmato, vanno nell’ottica di una sempre più sensibile attenzione al territorio in cui viviamo».
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI