M.I.O.: Oggi primo maggio spegniamo l’Italia per difendere il nostro lavoro

Questa sera dalle 21:30 alle 21:40 le partite iva dell’Ho.re.ca e di tutto l’indotto, spegneranno le luci delle proprie case in tutta Italia.

Un gesto semplice ma potentissimo, per manifestare contro chi – con scelte scellerate – sta oscurando le nostre aziende.

L’ennesimo atto per far ascoltare le proposte degli Italiani che lavorano e che amano il proprio paese.

Un gesto carico di “valore” contro chi prova a metterci in ombra, rischiando di far chiudere per sempre le nostre attività a causa di misure economiche inefficaci.

Un gesto che vuole parlare al governo (ancora una volta) perché se fallisce il nostro settore, l’Italia si spegne.

Oltre alle nostre case altro gesto importante di tanti sindaci.

LA LISTA DEI MONUMENTI E DEI SIMBOLI TURISTICI È IN CONTINUO AGGIORNAMENTO 

Isola del Liri (Cascata )
Montefiascone (Rocca dei Papi)
Matera (Basilica San Pietro)
L’Aquila (Fontana luminosa)
Cortina (Trampolino olimpico)
Vietri sul mare (Faraglioni)
Castelsardo (Castello)
Viterbo (Palazzo Comunale)
Le terme dei Papi (Piscina Romana)
Farnese (Palazzo Farnese)
Pietrasanta (Centro storico)
Potenza (Palazzo comunale)
Bagnoregio (Ponte di Civita)
Siena (Piazza del Campo)

Paolo Bianchini – M.I.O Movimento Imprese Ospitalità

 

Stasera l’Italia si spegne anche a Soriano nel Cimino

Il 1º Maggio dalle 21:30 alle 21:40 tutto il mondo dell’Horeca e di tutto il suo indotto spegnerà le luci delle case di tutta Italia.

“Un’azione di protesta, nella giornata dedicata al mondo del lavoro, che punta il dito contro chi non prende seriamente in considerazione i problemi che colpiscono gravemente questo settore. Un primo maggio drammatico, per tutti i lavoratori che stanno subendo le conseguenza della chiusura delle loro attività a causa del Coronavirus.
Se fallisce questo distretto, l’Italia si spegne.
In solidarietà alla manifestazione, anche l’Amministrazione Comunale partecipa questa sera tenendo spento il Castello Orsini”.
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI