Life/ Cassiera alla Coop fino alla pensione, il sorriso come impegno quotidiano

Senz’altro i clienti abituati a vederla ogni giorno dietro la cassa del Supermercato di quartiere in via Monte Cervino a Viterbo si accorgeranno dell’assenza del suo sorriso. Oggi Anna Buzzi festeggerà insieme ai colleghi la sua pensione, che riporta ad un’istantanea di ritratti, un collage di esperienze e di vissuti. Ha salutato tutti Anna, a conclusione di una lunga vita di lavoro incominciata presto a quindici anni dopo la scuola dell’obbligo con un contratto di apprendistato, poi mano a mano sono arrivati gli avanzamenti negli anni frutto di conquiste e di tutele, un’esperienza vissuta tra scaffali, prodotti, etichette, sconti. “Lavorare in cassa per me è stato qualcosa di nuovo ogni giorno”, osa dire. Il Gruppo ha rappresentato una grande famiglia dove poter manifestare idee e proposte. Un cammino segnato da riconoscimenti e conquiste in maniera conforme all’articolo 1 della nostra Costituzione. Il lavoro vissuto come realtà e come valore. A cospetto dell’oggi in cui il lavoro è vissuto più come grande problema.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI