Le donne ai tempi del coronavirus

Impossibile ignorare la giornata del 25 novembre, per chi si occupa di contrasto alla violenza alle donne da oltre vent’anni in questo territorio.

Il “restare a casa” non aiuta a condividere narrazioni di sé, giornate di studio e riflessioni con mente e corpo e rende i percorsi di uscita dalla violenza ancora più complessi.

La presenza e la corporeità sono elementi fondamentali per cogliere reazioni emotive, decodificare bisogni, superare disagio e vergogna, esercitare progettazione e creatività condivise.

Tuttavia, Erinna ha pensato di lavorare su uno spazio virtuale – come già sperimentato da mesi per i gruppi di elaborazione online con le donne che hanno attraversato a vario titolo il nostro centro e la nostra associazione – e di trovarci attraverso gli schermi dei pc per ragionare insieme sugli effetti che questa pandemia ha avuto, e ha, sulle donne, a partire da un illuminante documento delle Nazioni Unite.

Chi fosse interessata, può segnalarcelo alla mail e.rinna@yahoo.it; per ragioni di gestione dell’incontro online, il numero delle partecipanti potrebbe essere chiuso.

Appuntamento mercoledì 25 novembre ore 16.30 su Skype.

Associazione Erinna

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI