L’Associazione Nazionale Combattenti di Viterbo 1919-1925 l’ultimo libro di Sandro De Amicis

Il libro pubblicato a fine 2019 dal viterbese Sandro De Amicis edito da Sette Città il cui titolo completo è : “Combattenti tra democrazia e fascismo. L’Associazione Nazionale Combattenti di Viterbo 1919-1925”,evoca attraverso gli occhi di un appassionato riformatore la storia del combattentismo viterbese  interamente ricompresa nel quadro degli avvenimenti nazionali in cui si inserì il tormentato percorso dell’ANC.
E’ nell’agosto del 1919  che sorge a Viterbo la sezione dell’Associazione Nazionale Combattenti. Collocata su posizioni liberal-democratiche e riformiste, l’ANC rappresenta i motivi politici ideali che avevano animato l’interventismo nell’ante-guerra.. E  nella difesa della sua indipendenza si riscontrano anche a Viterbo i tratti della maturazione democratica e antifascista del combattentismo.
Nel marzo del 1925 il regime decreta la fine dell’ANC: di conseguenza, lo scioglimento delle sue sezioni territoriali. La sezione di Viterbo, dopo uno scontro appassionante, sarà una delle ultime a capitolare.
Secondo De Amicis  il libro ricostruisce in modo puntuale e aggiunge un tassello alla storia democratica della Viterbo nel Novecento, e a quella complessa tradizione che vide nell’intervento del 1915 la possibilità di una profonda trasformazione morale dell’Italia.

Acquistabile anche in on line: 

Editore: Sette Città Collana: Memoria

EAN: 9788878538351
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI