La Viterbese con il Siena vince e convince in attesa del campionato

di Claudio Petricca

VITERBESE CASTRENSE: Forte; De Giorgi (29’st Messina), Atanasov (16’st Milillo), Sini (16’st Rinaldi), De Vito (29’st Perri); Baldassin (16’st Otranto), Bovo (34’st Molinaro), Zerbin (29’st Svidercoschi), Vandeputte (16’st Pacilli), Polidori (16’st Roberti), Ngissah (16’st Artioli).
Allenatore: Giovanni Lopez
A disposizione: Micheli, Cenciarelli, Schaeper

ROBUR SIENA: Contini (1’st Nardi); De Santis (16’st Brumat), Russo (16’st Romagnoli), Belmonte (25’st Rossi), Imperiale; Arrigoni (1’st Sbrissa), Gerli (29’st Bulevardi, 45’st Bonechi)), Vassallo (16’st Cristiani); Guberti (1’st Di Livio); Aramu (25’st Fabbro), Gliozzi (25’st Cianci).
Allenatore: Michele Mignani.

Arbitro: Alessandro Chindemi di Viterbo.
Assistenti: Andrea Micaroni di Chieti e Giuseppe Di Giacinto di Teramo.
Marcatori: 2’st Baldassin, 33’st Pacilli

VITERBO – Nonostante la lunga e snervante attesa dovuta alla paradossale situazione che regna nel mondo del calcio, la Viterbese conferma di poter ambire a un ruolo da assoluta protagonista e supera al termine di una convincente prestazione i quotati bianconeri del Siena in odore di ripescaggio in serie B.
I gialloblù sono più determinati e incisivi e offrono a sprazzi anche del buon gioco al cospetto di un pubblico estivo, dimostrando una invidiabile condizione atletica nonostante il lungo stop agonistico. Le reti decisive nella ripresa grazie a Baldassin, che mette alle spalle di Contini un prezioso assist di Biasark sempre più protagonista e Pacilli, che raddoppia con un bel sinistro.
Una prova convincente in attesa di conoscere la data dell’inizio del campionato e, soprattutto, in quale girone giocherà la squadra gialloblù che rimane in attesa delle decisioni degli organi federali.

POST PARTITA – Giovanni Lopez è soddisfatto della prestazione della sua squadra ma non può certo nascondere un evidente disappunto per la situazione che sta vivendo la squadra: “Abbiamo fatto cento giorni di allenamento – esordisce il tecnico romano – e solo tre partite ufficiali ad agosto. Siamo esasperati per questa situazione vergognosa che si gestisce con difficoltà. La squadra si allena ogni giorno ma senza finalità scopi e obiettivi immediati. Dobbiamo comunque andare avanti gestendo e sapendo che prima o poi inizieremo il nostro campionato” Poi il tecnico analizza la partita: “La vittoria è strameritata – conclude Lopez – abbiamo subito solo tiri dalla distanza e debbo dire che siamo stati bravi. Sul piano tattico ho notato molti miglioramenti nonostante mancassero giocatori di grande qualità come Cenciarelli, Damiani, Palermo e Saraniti”. E proprio il bomber prelevato dal lecce potrebbe tornare presto disponibile: “Saraniti ha un problema che aveva già prima di arrivare, mentre Palermo si è bloccato sabato con un problema alla schiena ma non dovrebbe essere nulla di grave. La posizione di Zerbin in un ruolo inedito è stata studiata prima, doveva giocare Cenciarelli che però alla fine non ce l’ha fatta”. Continua a sorprendere Alessio Zerbin: “Non è una situazione facile – conferma l’ex Napoli – manca l’obiettivo settimanale ma prima o poi si giocherà quindi dobbiamo rimanere sul pezzo. C’è un abisso tra la Primavera e la Serie C, sul piano fisico e tecnico, con i compagni mi trovo bene e questo ci aiuta tanto. Il lato positivo di questa situazione è che c’è la possibilità di migliorare l’affiatamento in campo ed affinare i movimenti, io per mio conto mi adatto a tutte le posizioni, sono a disposizione del mister.” Sull’altro fronte Mignani analizza la sconfitta: Abbiamo giocato l’ultima partita ufficiale in Coppa Italia contro la Virtus Entella il 5 agosto, oggi abbiamo incontrato una squadra forte ed attrezzata, è stato un test vero, che ci ha fatto capire che abbiamo bisogno di crescere per ritrovare il giusto agonismo gara . In questo momento la Viterbese è più avanti di noi, il primo tempo è stato equilibrato anche se loro hanno avuto qualche occasione di troppo a causa dei nostri errori, così come la ripresa anche se loro hanno fatto due gol e nel calcio conta anche quello, dobbiamo cercare il modo di difendersi e di essere più pericolosi. Poi le dichiarazioni di Lorenzo Di Livio: “Sicuramente la Viterbese ha meritato il risultato ma dobbiamo prendere delle cose positive da questa sconfitta. Non siamo abituati a giocare partite di questo valore perchè tutte le amichevoli che abbiamo disputato sono state contro avversarie che, con tutto il rispetto per loro, non sono all’altezza della Viterbese. Sono due mesi e mezzo che ci alleniamo pero’ e quindi non dobbiamo avere alibi” E sul momento che vivono diversi club tra i quali il Siena il suo commento è incisivo: “Siamo molto arrabbiati, il calcio è molto importante in Italia e queste cose non dovrebbero succedere, succedono solo ai paesi non organizzati, i nostri colleghi non avrebbero dovuto scendere in campo, perché se facciamo capire che come categoria non siamo uniti succedono queste cose”.

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI