La Viterbese con il neo acquisto Palermo vince sul Rende

Viterbese (4-3-1-2 Forte; De Giorgi, Rinaldi, Milillo, De Vito; Artioli (dal 1′ s.t. Palermo), Damiani, Cenciarelli (dal 40′ s.t. Messina); Zerbin (36′ s.t. Ngissah), Vandeputte; Roberti.
Panchina: Micheli, , Valagussa, Sini, Otranto, Atanasov, Palermo, Perri, Svidercoschi.
Allenatore: Giovanni Lopez.

Rende (3-4-3): Savelloni; Germinio, Minelli, Sanzone; Viteritti, Franco (dal 30′ s.t. Laaribi), Awua, Blaze; Rossini, Actis Goretta, Vivacqua (dal 30′ s.t. Achik).
Panchina: Cassalia, Calvanese, Marianelli , Pelliccioni, Di Giorno, Boscaglia, Mazala, Carbone.
Allenatore: Francesco Modesto.

Arbitro: Nicolò Cipriani di Empoli.
Assistenti: Dario Garzelli di Livorno e Gabriele Nuzzi di Valdarno.
Quarto ufficiale: Marco Ricci di Firenze.

Una partita in cui la mezz’ora del primo tempo trascorre, come era prevedibile, nello studio dell’avversario, anche se non sono mancate occasioni da entrambe le compaginiAl 41° minuto occasionatissima per la Viterbese, Artioli calcia dalla fascia destra e pesca al centro Roberti; questo da pochi passi batte di testa verso la porta, ma trova la miracolosa parata di Savelloni. Un minuto di recupero ma il primo tempo finisce in pareggio 0-0.

Il  secondo tempo inizia con un cambio  per la Viterbese esce Artioli ed entra Palermo. Al 55° minuto sembra che le sorti della partita cambino,Cenciarelli filtra in area per Zerbin che davanti al portiere segna ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

Passano solo 4 minuti e al 59°  arriva il sospirato goal e la Viterbese passa in vantaggio.
Retropassaggio della difesa del Rende,  pressata dal centrocampista gialloblu, al portiere Savelloni, questo si attarda al rilancio ed al momento di farlo Palermo da soli cinque giorni gialloblù  fa carambolare la palla in rete e regala alla squadra il passaggio di turno in cui ad aspettarla il 4 agosto  ci sarà l’Ascoli.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI