“La più antica civiltà d’Italia”, il libro postumo di Giovanni Feo che racconta l’Etruria

Cosa avvenne nel remoto passato in quel territorio dell’Italia centrale che oggi chiamiamo Maremma, o anche Tuscia, lì dove fiorì la civiltà etrusca e dove, prima ancora, altre civiltà e culture si erano insediate durante l’arco di diversi millenni? Quali eventi storici portarono alla nascita di una civiltà preistorica, poi della civiltà etrusca, di quella romana e infine del primo Cristianesimo? L’autore grande studioso ci ha lasciato l’importanza delle sue ricerche che hanno fatto luce sulla storia d’Etruria. ‘La più antica civiltà d’Italia‘ è il suo libro postumo, scritto con Alberto Conti acquistabile anche on line. Un libro che consigliamo di leggere per ritrovarci la nostra storia, quello che noi siamo.

Quali eventi storici portarono alla nascita di una civiltà preistorica, poi della civiltà etrusca, di quella romana e infine del primo Cristianesimo? Nessuno meglio di Feo  conosceva i luoghi in cui ancora oggi sono celate molte tombe e manufatti etruschi originali, ma il suo senso del sacro gli ha sempre imposto di proteggerli dal mercato dei tombaroli quanto dal rischio che potessero essere archiviati dalle “autorità” nello scantinato di qualche museo, perché  considerati scomodi per la storiografia ufficiale.

Giovanni FEO. Archeologo, etruscologo, è scomparso un anno fa a soli 70 anni è stato uno scrittore ma soprattutto un uomo dotato di immensa cultura e grande umanità. Per oltre 40 anni ha vissuto nell’antica Tuscia dove ha svolto un’estesa ricerca sul campo. Il tutto mirato ad una approfondita conoscenza del territorio etrusco e pre-etrusco esplorando anche altri territori dell’antica Italia.

Nel 2005 ha scoperto e segnalato alla Soprintendenza l’osservatorio astronomico di Poggio Rota (GR), unico nel suo genere in Italia.

Aveva fondato l’Associazione Culturale Tages (Pitigliano) e l’Associazione Tawantin con l’antropologo Juan Nunez del Prado.
I suoi scritti hanno carattere multidisciplinare, districandosi con eleganza e rigore metodologico attraverso analisi archeologiche, astronomiche, osservazioni antropologiche ed interpretazioni simboliche. Dalle sue parole emerge inoltre una rara sensibilità ed una passione non comune per le sapienze antiche.
Ha pubblicato oltre 25 libri per  tre editori: Laurum, Stampa Alternativa e Effigi.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI