La Defensor basket strappa a Stabia un match cruciale per la salvezza

Basket Femminile Stabia – Defensor Viterbo – 60 – 61

 

Stabia: Ortolani 8 (3/7,0/3), Innocenti 2 (0/1,0/2), De Rosa ne, Panniello ne, Potolicchio 20 (3/6,1/2), Gallo 6 (2/3,0/1), Di Costanzo 2 (1/11), Minervino ne, Tagliefierro ne, De Rosa, Scala ne, O’Dwyer 22 (8/13,0/1). Allenatore: Massimo Massaro.

Defensor: Puggioni 11 (1/3,3/4), Maroglio, Boccalato (0/1), Orchi ne, Raiola 11 (3/4), Riccobono (0/2 da tre), Ciavarella 11 (4/12,0/3), Romagnoli 12 (3/7,2/3), Cutrupi 2 (1/2), Flauret 6 (0/2,2/3), Stoichkova 8 (4/9,0/1), Ndiaye. Allenatore: Carlo Scaramuccia.

Arbitri: Marco Guarino e Adriano Fiore

Note: Tiri liberi Stabia 23/29, Defensor 8/10. Rimbalzi Stabia 39 (Di Costanzo 11), Defensor 29 (Ciavarella 7). Parziali: 10’ (19-11), 20’ (29-26), 30’ (36-41). Uscita per 5 falli Stoichkova (Defensor).

 

Prima vittoria esterna della Defensor che riesce a centrare l’impresa sul parquet di Castellammare di Stabia, salendo a quota otto punti in classifica nel girone B della serie A2 femminile di basket.

Dopo un inizio equilibrato, con Potolocchio e O’Dwyer sugli scudi per le campane e Puggioni e Romagnoli in bella evidenza per le gialloblù, sono proprio le stabiesi a cercare il primo allungo, con un break di 9-1 che, dal 10-10, le lancia fino al 19-11 con cui si chiude la prima frazione.

Viterbo però è concentrata e non molla, ricuce subito lo strappo nel secondo periodo arrivando al 21-21 con il capitano Romagnoli e con un contributo solido da parte di tutte le giocatrici chiamate in causa da coach Scaramuccia. Stoichkova segna canestri pesanti e, rispetto ad altre uscite recenti, il tiro da tre punti funziona molto bene, consentendo alle gialloblù di mantenersi in scia e di rientrare negli spogliatoi con soli tre punti da recuperare (29-26) nonostante una situazione falli già pesante e un solo punto a referto di Giulia Ciavarella, principale terminale offensivo per la squadra viterbese.

Il terzo periodo è quello che regala il sorpasso alle gialloblù, Stabia fa fatica a trovare la via del canestro mentre la Defensor, ispirata con la play Raiola a dettare i tempi del gioco e a mettere pressione alle avversarie in difesa, sembra in grado anche di scappare prima di terminare il parziale con cinque punti di margine avendone concessi appena sette in dieci minuti alle rivali.

Il quarto periodo vive con le ragazze di Scaramuccia costantemente avanti ma regala i maggiori sussulti nel finale: a circa un minuto e mezzo dalla fine la Defensor è a +6 e sembra in controllo del match, ma l’estremo tentativo delle padrone di casa si materializza sotto forma di una lunga sequenza di tiri liberi che vengono realizzati con grande precisione. Ciavarella segna canestri preziosi per tenere avanti le viterbesi che, con altri due punti dell’ala, sono ancora sul +5 a 25” dalla fine. Poco dopo arriva la chiamata di un fallo su un tiro da tre punti di Stabia e il seguente 3/3 che porta le padrone di casa a -2 a 17” dalla sirena. Il fallo sistematico deciso dalle campane prende di mira la giovane play Raiola che però è freddissima dalla lunetta, segna un 3/4 pesantissimo che tiene Viterbo sul +3 a 4 secondi dalla fine. Proprio sulla sirena arriva un fallo gialloblù per evitare il tiro da tre punti di Castellammare di Stabia e i due successivi liberi servono solo a fissare il punteggio sul 61-60 per la Defensor.

Una vittoria fortemente voluta e meritata, in quella che è stata l’ultima partita in maglia gialloblù per Chiara Flauret; la play si trasferisce infatti in Sardegna per motivi universitari e non potrà quindi continuare a giocare a Viterbo. Tutto lo staff le augura il meglio sia sotto il profilo personale e di studi che sul piano sportivo, ringraziandola per l’impegno sempre profuso negli allenamenti e nelle partite disputate in queste due stagioni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI