Istituto Falcone e Borsellino Vignanello, gli studenti sempre più Europei

Si è appena concluso ad Herrera del Duque, Spagna, presso l’Istituto IES Benazaire, il Secondo Scambio Internazionale degli Studenti per il Progetto Erasmus+ “ArTa – Artisans of Tales, Young people for the recovery of local identities, che vede l’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino di Vignanello come Scuola capofila.
Il Progetto unisce insieme una partnership che vede collaborare l’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino di Vignanello, con l’Instituto de Educacion Secundaria “Benazaire” dalla Spagna e l’Istituto Jana Pawla II di Wieliszew dalla Polonia, con l’obiettivo di fornire agli studenti competenze di storytelling, basandosi sul format dei “Narratori di Comunità” e di sensibilizzarli sull’importanza della conservazione del patrimonio immateriale europeo.
Le scuole coinvolte hanno come principale obiettivo quello di stimolare nei ragazzi una attiva partecipazione nella vita sociale sia a livello di singola comunità che a livello Europeo, fornendo allo stesso tempo consapevolezza del ricco patrimonio culturale Europeo, delle sue somiglianze e delle sue differenze, con l’obiettivo di facilitare la capacità di dialogo interculturale e la comprensione dei valori Europei.
Il Secondo Scambio Internazionale degli Studenti ha coinvolto studenti da Italia, Polonia e Spagna ed è stato il primo a cui gli alunni dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino di Vignanello hanno partecipato, vista l’impostazione progettuale che vede l’intrecciarsi di eventi dedicati a studenti delle scuole Superiori di Primo e Secondo grado.
Durante i sette giorni di permanenza in Spagna i dodici studenti dei plessi di Vignanello, Vallerano e Canepina dell’Istituto Falcone e Borsellino, accompagnati dal Dirigente Scolastico Maria Antonietta Biaggioli e dalle docenti Livia Ruggiero, Valentina Cencioni e Anna Laura Mechelli hanno potuto vivere appieno lo spirito dell’Erasmus attraverso un confronto continuo con i pari età spagnoli e polacchi. Un programma ricco di appuntamenti con momenti di didattica legati ai topics del progetto (teatro, canzone e danza locale), ma anche attraverso tecnologie applicate al racconto (presentazioni digitali, video e foto) e poi momenti di incontro con le istituzioni locali e visite nei luoghi più conosciuti dell’Extremadura, i siti Unesco di Mérida e Cáceres e all’Eremo de la Consolacion
“Questo progetto conferma l’impegno del nostro Istituto nel fornire agli studenti un’educazione orientata a renderli cittadini del mondo”- ha affermato la Dirigente Scolastica Maria Antonietta Biaggioli – “nella convinzione che sia fondamentale, in un mondo in continua trasformazione, fornire ai cittadini di domani adeguati strumenti per comprendere la realtà che li circonda, senza dimenticare le proprie radici e la propria storia.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI