In una mostra la Tuscia set del grande cinema, da cui ripartono gli eventi di una estate sotto le stelle

di Carolina Trenta

La Tuscia nel cinema: The Young Pope e Catch-22, la mostra che ufficialmente aprirà i battenti il 18 giugno  (chiusura prevista il 10 luglio 2021), ha avuto il suo battesimo questo 15 giugno mattina nel foyer del Teatro dell’Unione.

Sono molti anni ormai che la provincia di Viterbo viene scelta come set cinematografico per produzioni nazionali e internazionali; registi che hanno fatto la storia del cinema come Orson Welles, Federico Fellini, Mario Monicelli, Pierpaolo Pasolini, Nanni Moretti hanno intercettato nella nostra terra l’ambientazione ideale per i loro film.

Le ultime due grandissime produzioni che la provincia di Viterbo ha ospitato sono state The Young Pope di Paolo Sorrentino, girato negli splendidi giardini di Villa Lante, e Catch-22 di George Clooney, Grant Heslov e Ellen Kuras, tra il centro storico di Viterbo e il borgo di Sutri.

Proprio in questo terzo martedì di giugno, presso il foyer del bellissimo  Teatro dell’Unione di Viterbo, c’è stata la presentazione in anteprima de La Tuscia nel cinema: The Young Pope e Catch-22 ( 18 giugno-10 luglio 2021), la mostra nella quale vengono celebrate l’arte e la professionalità dei fotografi di scena.

In Catch-22, miniserie di origine statunitense, Philippe Antonello ci consegna un affascinante ritratto in chiaroscuro di un’Italia in piena Seconda Guerra Mondiale, i cui cieli vengono continuamente squassati dal rombo dei caccia; foto rare e preziose, in cui è forte la presenza del pluripremiato attore (in questo caso regista) George Clooney.

Le foto di Gianni Fiorito per The Young Pope, dai colori marcati e brillanti, si collocano perfettamente nella cornice del teatro più importante della città, quasi a volerne sottolineare il legame storico con la Chiesa. Qui è Jude Law a vestire i panni del pontefice nella sontuosa cornice di Villa Lante, in un connubio di grande impatto emotivo.

Un tributo particolare ai fotografi è stato riservato da Mauro Morucci, responsabile della direzione creativa ed artistica della mostra, che ha poi aggiunto: “Questo giovedì pomeriggio all’ambasciata di Berlino ci sarà un evento dedicato al cinema italiano, al quale ci è stato chiesto di partecipare con un’anticipazione di questa mostra e con altre foto, in particolare quelle tratte dal film Freaks Out. È per me un onore parteciparvi, ma lo è anche per la nostra città, perché grazie ad eventi come questo riusciamo a comprendere quanto il cinema e la fotografia abbiano la capacità di esaltare le meraviglie del territorio”.

È seguito l’intervento dell’assessore Laura Allegrini, che ha posto l’attenzione sulla bellezza della Tuscia e di come : “Il cinema ci stimola a mantenere bella la nostra città, al meglio delle nostre possibilità. Viterbo è un set, vogliamo che venga riconosciuta sullo schermo e che abbia una sua identità forte e chiara, è per questo che anche il turismo ha bisogno del suo spazio”.

 

È intervenuto anche Andrea Belli, presidente di Ance Viterbo (Associazione Nazionale Costruttori Edili) che ha sottolineato : “Il turismo è il nostro futuro: Viterbo è tra le mete più gettonate per questa stagione, dobbiamo rivestire il ruolo che meritiamo di ottenere. Dopo un tempo così difficile, stiamo rifiorendo”.

 

Parlando di cinema, una menzione particolare è stata inoltre fatta al Tuscia Film Fest (che si terrà presumibilmente dal 16 al 23 luglio), che dopo un anno di gravi difficoltà, prima tra tutte la chiusura dei cinema per un anno e mezzo, ha come obiettivo principale quello di regalare ai viterbesi un’estate di emozioni e serenità nell’ormai tradizionale cornice di piazza San Lorenzo. Torneranno anche gli appuntamenti con Enocinema, che uniranno il piacere di un bel film ad un buon bicchiere di vino, a partire dal 24 luglio, per quattro sabati consecutivi, nel cortile di Palazzo Doria Phamphilij.

Una mattinata ricca di immagini e suggestioni  altamente evocative delle quali la Tuscia si è resa protagonista. Per i Viterbesi  sarà una estate con  un ritorno al cinema sotto le stelle.

 

Foto Carolina Trenta

  

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI