Il vescovo Gianrico Ruzza presiederà la Messa di Natale nel Duomo di Tarquinia

Duomo diTarquinia_ affreschi del Pastura

A seguito del decreto legge 172 del 18 dicembre 2020 emanato dal Consiglio dei ministri e della nota della Conferenza episcopale italiana del 19 dicembre, il vescovo Gianrico Ruzza ha scritto ai parroci e ai fedeli ricordando le indicazioni che emergono dai due documenti in merito alla celebrazione delle liturgie nel tempo di Natale.

La normativa permette che vengano frequentati i luoghi di culto, sia per una visita, che per la celebrazione sacramentale, ferme restando le norme di prudenza e attenzione previste nel protocollo firmato d’intesa tra il governo e la Cei il 7 maggio e le successive integrazioni del Comitato tecnico-scientifico (Dpcm del 3 dicembre 2020, alle lettere p e q).

La Conferenza episcopale italiana, con nota diramata il 19 dicembre 2020, raccomanda ai fedeli di recarsi per la celebrazione dei sacramenti in una chiesa in prossimità della loro abitazione con la precisazione che “Durante i giorni di zona rossa si consiglia ai fedeli di avere con sé un modello di autodichiarazione per velocizzare le eventuali operazioni di controllo”.

Il vescovo “auspicando che non ci siano difficoltà in ordine a eventuali controlli e confidando nella discrezione delle forze dell’ordine preposte a essi, invita i fedeli a partecipare alle celebrazioni dei giorni santi del tempo del Natale ricordando loro che — a richiesta da parte dell’autorità — potranno esibire il foglio di autocertificazione o potranno richiederlo sul posto a chi effettua il controllo, sottolineando come la partecipazione alle funzioni religiose sia espressamente prevista nel Dpcm del 3 dicembre”.

“Ricordando, inoltre, la straordinarietà della memoria liturgica del Natale che — da antica tradizione — è legata alla Messa della notte, considerando che per i motivi ben noti (dovuti alla necessità di ottemperare alle norme circa la proibizione di uscire e circolare tra le 22 e le 5), a discrezione dei parroci si potrà valutare l’opportunità di far suonare le campane delle chiese in concomitanza con le ore 24 della notte, per sottolineare la forza del mistero liturgico, celebrato nelle ore precedenti con la solenne messa del Natale”.

Il 24 dicembre il vescovo Gianrico Ruzza presiederà la messa nella notte alle 18,30 nella cattedrale di Civitavecchia; nel rispetto delle misure di sicurezza, in chiesa potranno accedere 150 persone. La messa verrà trasmessa in diretta streaming sul canale Youtube.

Il giorno di Natale, monsignor Ruzza presiederà la celebrazione eucaristica alle ore 10 nella cappella della casa circondariale di Aurelia e alle 11,30 la messa nel giorno nel duomo di Tarquinia.

Sempre a Natale, alle 16, il presule presiederà in cattedrale la celebrazione con gli amici della comunità di Sant’Egidio che quest’anno, pur non organizzando il pranzo in chiesa, saranno vicini ai poveri con iniziative di prossimità.

Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI