Il critico Strinati: la Biennale d’Arte un festival meritevole

di Paola Maruzzi

Il noto critico d’arte Claudio Strinati ha omaggiato la V Biennale d’Arte di Viterbo intervenendo a Palazzo dei Priori, con un discorso sulla capacità dell’arte di parlare al presente e di rendersi eterna. “L’arte, anche quella del passato è sempre contemporanea”, ha detto . Lo storico si è complimentato con gli artisti selezionati dalla Biennale di Viterbo, “un festival meritevole che ha avuto la capacità di irradiarsi su tutto il territorio circostante”.Ha toccato i comuni di Orvieto, Montefiascone, Tolfa, Lubriano, Grotte e Arlena di Castro,chiuderà a Orvieto la quinta edizione alla fine di settembre con la cerimonia di premiazione e la consegna del catalogo. A presiedere l’incontro Laura Lucibello, direttore artistico della kermesse, la curatrice Maria Elena Piferi, il sindaco Giovanni Arena e l’assessore Laura Allegrini. Gli interventi di Claudio Strinati  come sempre  avviene seducono il pubblico e si rivelano  una Lectio  Magistralis.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI