Google: cambiamenti posizionamenti risultati di ricerca

Google ha recentemente annunciato che verranno apportate importanti modifiche alla politica di gestione delle cosiddette doorway page, create per migliorare la rintracciabilità dei siti sui motori di ricerca, con l’intento di scoraggiarne l’uso, e l’abuso, da parte degli utenti.Come scrive The next Web, lo scopo delle pagine doorway è quello di procurare ad un sito web il massimo posizionamento, in base ad una parola chiave o una specifica frase, e incrementare così le possibilità di visita della home page cui queste sono collegate.
La distinzione tra questo tipo di pagine e quelle definite ‘landing’ non è poi semplice: simili all’apparenza ma diverse nei contenuti. Mentre infatti le prime attirano i naviganti con l’inganno, mostrando informazioni irrilevanti tra risultati, le seconde forniscono invece informazioni utili.Benchè la funzione sia già stata considerata come ‘spam’ da alcuni motori, Google ha ribadito che provvederà a modificare l’algoritmo, penalizzando così tali pagine:“Nel corso degli anni, abbiamo visto siti che cercavano di massimizzare la loro ‘impronta di ricerca’ senza aggiungere alcun valore che fosse unico e distinto. Queste ‘campagne doorway’ si presentano sottoforma di pagine di sito, come un dominio, o una loro combinazione. Per migliorare la qualità dei risultati di ricerca presto lanceremo uno strumento di regolazione che incida sul posizionamento, e affrontare meglio questo tipo di pagine. I siti che si avvalgono in modo smisurato e consolidato di queste tecniche potrebbero subire forti conseguenze dai cambiamenti in atto.”
Google ha anche chiarito la sua definizione di ‘Doorway page’, con la possibilità da parte dell’utenza di avanzare delle domande e capire se quella che si sta utilizzando sia classificata come tale.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI