Gli studenti dell’IISS “C.A. Dalla Chiesa” di Montefiascone discutono di ecosofia e differenza di genere

Giovedì 19 e venerdì 20 dicembre, presso l’IISS “C.A. Dalla Chiesa” di Montefiascone, nell’ambito della Settimana di pausa delle attività didattiche curricolari, si sono svolti due incontri organizzati in collaborazione con il Club per l’UNESCO Viterbo Tuscia e con la Società Filosofica Italiana – sezione “Pasquale Picone” di Viterbo.
Nella prima conferenza dal titolo Oltre l’ecologia. Sapienze della terra e coltivazione dell’umanità, Luciano Dottarelli, dopo aver delineato il contesto storico-culturale in cui è nata l’ecologia come disciplina scientifica, ha ricostruito il percorso che ha portato all’imporsi della questione ambientale e si è soffermato sull’ampliamento di orizzonte cui è andato incontro l’approccio ecologico, declinandosi oggi nelle modalità dell’ecologia profonda, dell’ecologia integrale e dell’ecosofia.
All’incontro ha partecipato l’assessore all’Ambiente del Comune di Montefiascone, Rita Chiatti, che ha plaudito all’iniziativa di sensibilizzazione e ha ricordato i temi su cui in questi mesi si sente direttamente impegnata insieme allo stesso Club per l’UNESCO, alle altre amministrazioni e associazioni del territorio: la lotta contro la geotermia speculativa e inquinante, il Contratto di lago, fiume e costa, il biodistretto del lago di Bolsena.
Nel secondo incontro di venerdì 20 (La sorella di Shakespeare. Il logos è sessuato?) Elvira Federici ha trattato il tema della differenza di genere, proponendo spunti di grande interesse per una rilettura della storia della cultura nella prospettiva di un nuovo universalismo, più ricco e pluralistico rispetto a quello consacrato dal paradigma maschilista, tuttora prevalente nel campo simbolico.
Presentando l’ospite, Luciano Dottarelli, presidente del Club per l’UNESCO Viterbo Tuscia, ha ribadito le finalità del progetto “Custodire la terra, coltivare l’umanità”, che, inserendosi in modo coerente ed efficace anche tra le azioni formative previste per il curricolo di Cittadinanza e Costituzione, mira alla formazione di una cittadinanza attiva, ispirata all’idea della cultura come confronto, apertura all’alterità e all’universalità a partire da un profondo radicamento, consapevole e critico, nella propria identità.
Gli studenti hanno partecipato attivamente ai due incontri, contribuendo all’approfondimento degli argomenti e svolgendo significative riflessioni a partire anche dalle proprie esperienze personali.
Oltre a rivolgersi agli studenti, il progetto “Custodire la terra, coltivare l’umanità” – grazie al quale negli anni scorsi l’IISS “Dalla Chiesa” ha ottenuto il riconoscimento di scuola associata UNESCO – intende anche offrire un contributo alla comunità di riferimento e agli stessi decisori pubblici, stimolando un dibattito sul tema dei beni comuni, della convivenza solidale e del rispetto delle vocazioni territoriali.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI