Giuseppe Gatto, 80enne ronciglionese, secondo al raid aereo pontino di Latina

A ottant’anni, con alle spalle decine di migliaia di ore di volo, il “Micio volante”, la “Scheggia”, riesce ancora a contendere ad avversari più giovani e agguerriti la vittoria nei raid aerei. Giuseppe Gatto di Ronciglione, comandante pilota per lunghi anni della compagnia di bandiera italiana, anche nel VI rally Aereo dell’Agro Pontino Memorial Giorgio Bertolaso (in ricordo dell’asso aereo dell’ultima guerra) di Latina, impostato su 14 punti segreti da sorvolare e riconoscere nei tempi con con quote e velocità stabilite nel percorso, si è distinto per la sua bravura, sfoderando i suoi “artigli” di pilota esperto, sfiorando di pochi decimi la vittoria. Ha conquistato il secondo posto in una competizione in cui tutto il volo di ogni velivolo viene controllato da GPS posti a bordo. Una volta terminata la gara, i GPS vengono scaricati per controllare i risultati. Il comandante Gatto, con il suo secondo posto, ha accumulato punti per il Campionato Italiano Rally Aereo 2021, che dopo varie gare in tutta Italia si concluderà a settembre con il Giro Aereo Internazionale della Sicilia che incoronerà il nuovo Campione Italiano (titolo vinto da Gatto per ben tre volte con quattro vittorie nell’importante Giro Aereo di Sicilia). “Nonno Gatto – commentano i suoi estimatori – vola ancora, pilota con abilità il suo aereo, atterra e non arretra”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI