Festival del Cortometraggio di Orte , premio al regista Alessandro D’Alatri

Al via la sesta edizione del Festival del Cortometraggio di Orte, intitolato al suo cittadino più illustre, Filoteo Alberini, il pioniere del cinema che nella cittadina viterbese era  nato nel 1867 e titolare del premio all’eccellenza cinematografica italiana andato lo scorso anno ai Manetti Bros. Alberini fu l’inventore del kinetografo nel 1894 e il fondatore con Dante Santoni dell’industria cinematografica italiana nel 1904.
Sarà premiato quest’anno il regista Alessandro D’Alatri, vincitore di due David di Donatello e di un Nastro d’Argento, noto al grande pubblico televisivo per la regia della serie RAI record di ascolti, I Bastardi di Pizzofalcone.
La premiazione avverrà venerdì 12 ottobre alle 11.30 nella Sala Consiliare di Palazzo Nuzzi, alla presenza del direttore artistico del festival Antonio Pantaleoni. 140 corti arrivati, sia dall’Italia che dall’estero, sette finalisti che 140 corti arrivati, sia dall’Italia che dall’estero, tra i quali selezionare i sette finalisti che verranno poi giudicati dalla giuria di qualità, formata da professionisti del settore. Tutti film sono di altissimo livello, a testimonianza dell’interesse creatosi attorno alla manifestazione, che punta alla qualità e alla promozione del territorio attraverso il cinema, soprattutto fra i più giovani, e della figura del geniale inventore Filoteo Alberini.
Le esperienze del cineclub ortano nella documentazione etnomusicologica dei canti popolari del territorio” è il titolo della conferenza in programma venerdì 12 ottobre alle 17 al Palazzo Vescovile, dove sarà proiettato anche un filmato sui canti popolari ortani alla presenza di Vincenzo Cherubini e Luigi Cimarra. Sabato 13 ottobre, invece, si inizia alle 15 con la photocall, il benvenuto ai partecipanti, il saluto delle autorità e alle 15.45 la presentazione e proiezione di cortometraggi finalisti,alle 18 la premiazione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI