Ferento: Uno nessuno centomila, con uno straordinario Enrico Lo Verso

Luciano Pasquini

Metti una sera a goderti  nel magnifico teatro di Ferento lo spettacolo  Uno, nessuno e centomila ,uno dei romanzi più famosi di Luigi Pirandello evocazione di un  Vitangelo Moscarda, che può essere considerato come uno dei personaggi più complessi del mondo pirandelliano, e sicuramente quello con maggior auto consapevolezza, un uomo di oggi,che  vaga nelle difficoltà della quotidianità, alla ricerca di conferme esterne, sino alla conquista della consapevolezza del proprio Sé che è l’unico vero traguardo dell’esistenza. Personaggio  interpretato in modo elevato dall’attore Enrico Lo Verso, che dopo quasi 10 anni di assenza, è tornato in teatro in occasione del 150esimo anniversario della nascita di Luigi Pirandello, per la messa in scena di uno dei testi più classici della letteratura italiana contemporanea. Un bell’esempio di rappresentazione e duole  constatare  che il Teatro di Ferento  assorba sempre meno pubblico, forse l’abbondare di spettacoli variegati in estate in tutta la provincia allontana sempre più da un tipo di spettacolo impegnato e costruttivo, la tradizione di Ferento antica di duemila anni  deve essere sostenuta con la presenza in teatro, considerando  la insufficienza di risorse che l’ente gestore con grande impegno affronta tenendo in piedi un cartellone di tutto rispetto. E come nello spettacolo pirandelliano il finale positivo, porta alla scoperta della possibilità concessa ad ognuno di trovare se stesso, dentro la propria bellezza., tutti a Ferento per ritrovare il teatro autentico, prossimo appuntamento il mertedì 25 luglio con Caligola.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI