Ferento chiude con omaggio a Mozart: “Siamo abbastanza soddisfatti dei risultati di questa cinquantacinquesima edizione”

(L.C.) – Ultimo appuntamento a Ferento con omaggio a Mozart. La stagione chiude in anticipo rispetto al programma per l’improvvisa indisposizione di Antonio Salines che martedì prossimo 18 agosto avrebbe dovuto portare in scena lo spettacolo “Coppia aperta, quasi spalancata”. E’ stato Giuseppe Rescifina a interpretare, in senso letterale, l’ultimo  dei“Tramonti” perché la narrazione della vita del grandissimo musicista austriaco, intervallata da indimenticabili brani, è stata puntuale e coinvolgente. Racconto di un autentico genio della musica. Almeno duecento i presenti nella cavea del teatro romano: un numero rilevante anche in considerazione delle misure di distanziamento sociale imposte dal Coronavirus.  <Noi comunque – ha spiegato Rescifina – siamo abbastanza soddisfatti dei risultati di questa cinquantacinquesima stagione estiva. La risposta del pubblico è stata rilevante anche perché si sta abituando a orari e quindi abitudini diverse. Di più francamente non si poteva fare anche per le scarse risorse di cassa>. Ventimila euro in tutto, messi a disposizione dall’amministrazione comunale dalla Fondazione Carivit e dall’Ance Viterbo. Oltre naturalmente alla buona volontà di Archeotuscia onlus e TusciaE20, sotto la direzione artistica di Patrizia Natale.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI