FdI:“Santa Rosa, polemica sterile sulla comunicazione”

Riceviamo e pubblichiamo:

“Santa Rosa, polemica sterile sulla comunicazione.

L’evento legato al Trasporto, mi azzardo a presumere, sia di dominio pubblico per la città e tutto il resto della provincia, ergo è perfettamente superfluo pubblicizzare quella che è la manifestazione più sentita dai viterbesi sui mass media locali.

D’altro canto è pur vero che, allo stesso modo, la Macchina di Santa Rosa è sconosciuta al 99% degli italiani, in larga parte tutti quelli che non risiedono nella Tuscia.

E’ quindi un’operazione corretta veicolare su canali nazionali il Trasporto per promuoverlo, divulgarlo e restituirgli quella dignità che merita, anche in virtù del riconoscimento Unesco tributato recentemente.

Al contrario è invece utile la promozione degli eventi legati al  Settembre Viterbese, per i quali, invece, è indispensabile una comunicazione a livello locale.”

“Per quanto riguarda la scelta politica relativa alla proposta da me avanzata di togliere il catering servito agli ospiti di Palazzo dei Priori – dichiara il capogruppo Paolo Bianchini – è sicuramente un’opzione che può essere vagliata e valutata, alla luce di una programmazione che quest’anno è stata limitata dalla mancanza di tempo.

Se la coperta è corta vanno innanzitutto tagliate le spese a favore dei pochi e messe a disposizione quelle somme per il bene della collettività.

Un’idea potrebbe essere quella di  utilizzare, ad esempio, i fondi per l’acquisto di telecamere fisse di video sorveglianza utili a garantire la sicurezza di tutti i cittadini e non a beneficio di pochi fortunati che hanno la possibilità, tra l’altro, di godere dello spettacolo del Trasporto della Macchina di Santa Rosa già da una postazione privilegiata.”

“La programmazione delle spese a lungo termine permetterebbe inoltre una gestione più oculata delle risorse – aggiunge il consigliere comunale Andrea Micci – penso ad esempio ad alcuni servizi, come il noleggio di telecamere in occasione delle festività. Lo stesso importo che viene speso per due anni potrebbe essere in realtà utilizzato per l’acquisto delle stesse, ammortizzando, in futuro quel capitolo di spesa.”

“Una pianificazione delle risorse sarebbe opportuna anche per quanto riguarda l’assegnazione del bando per le tribune ed i servizi accessori – conclude il consigliere Gianluca Grancini.

Un lasso temporale più ampio, infatti, potrebbe permettere una maggiore copertura delle difficoltà che man mano si registrano e per le quali ci sarebbe un margine più ampio di aggiustamento.”

 

Paolo Bianchini – Andrea Micci – Gianluca Grancini

Fratelli d’Italia – Viterbo

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI