Favl basket a segno nel primo match della fase a orologio

Il nuovo corso della Favl basket con Lorenzo “Lollo” Tedeschi in panchina si apre con
un successo convincente nella prima gara della fase a orologio contro i cugini de “La
Foresta Rieti”. Una gara, quella giocata dai i ragazzi biancorossi, finalmente
convincente almeno sotto l’aspetto prettamente difensivo, la Favl in vista delle
prossime e difficili trasferte di Assisi e di Todi dovrà comunque migliorare eliminando
i soliti cali di concentrazione come il passaggio a vuoto che anche oggi la squadra ha
avuto nel corso del secondo periodo.
Un match iniziato alla grande per la Favl che ha trovato subito un break di 8-0, spinta immediatamente da Maskall- Wright. Rieti non sta comunque a guardare e ispirata dai suoi lunghi tiene comunque il passo dei padroni di casa chiudendo il primo periodo sul 24-22. Il secondo periodo parte con lo stesso ritmo del primo tempo con la squadra di casa che cerca di mettere in pratica i dettami di coach Tedeschi, recuperi difensivi e corsa per mettere in difficoltà l’avversario. Inizialmente il gioco riesce a Tola e compagni, ma la Favl si spegne sul più bello e permette nella seconda parte del periodo il recupero degli ospiti che andavano al riposo lungo addirittura in vantaggio sul 38-40.
Nell’intervallo Tedeschi scuote i suoi che rientravano con una grinta completamente differente sul parquet di gioco. I recuperi difensivi, uniti all’ottima vena di Mari e Maskall-Wright, permettono l’allungo decisivo ai viterbesi e Rieti, come nelle gare di regular season, getta la spugna. Gli 11 punti di vantaggio per la Favl con i quali si chiude il periodo (64-53) danno al team viterbese la serenità di gestire la gara senza grossi problemi fino al suono della quarta sirena. Nell’ultimo periodo ottime indicazioni per coach Tedeschi anche dai ragazzi della panchina.
Favl Basket: Chaed-Wellian 17, Mari 7, Quondam 9, D’Agostino 9, Bertini, Giachini,
Maskall-Wright 20, Purplevics 11, Baliva 3, Tola 10, Billi.

Ufficio Stampa Favl Basket Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI