Emanuele Trevi e Matteo Galli a GLI SPECIALI

galli e trevi

Torna l’appuntamento con Gli Speciali presso la Biblioteca Consorziale di Viterbo in viale Trento 24. Martedì 31 marzo alle 17.30 Emanuele Trevi e Matteo Galli presentano Notturni di E.T.A. Hoffmann.

Ernst Theodor Amadeus Hoffmann, meglio noto come E.T.A Hoffmann, è stato uno scrittore, compositore, pittore e giurista tedesco, esponente del Romanticismo. Nei suoi racconti affronta diversi generi narrativi, spaziando dall’avventuroso al poliziesco, dal fantastico al grottesco fino alla fiaba. Nei suoi testi descrive la realtà concreta come un qualcosa di inconcepibile, assurdo, artificioso, mentre i sogni e le magie appaiono come aspetti assolutamente naturali e ovvi. La sua figura e le sue opere letterarie, improntate al fantastico e all’horror, influenzarono notevolmente il Romanticismo europeo ed ispirarono le narrazioni di molti autori.

Nel 1816 scrive Racconti notturni  dove sono dominanti i temi dell’inconscio, del sogno e degli aspetti più bui e sinistri della psiche umana. Si tratta di otto racconti della follia e dell’ossessione, storie visionarie che hanno cambiato la sensibilità moderna e ispirato Freud e i surrealisti. Dall’Uomo della sabbia al Maggiorasco, queste novelle aprono una dimensione irrevocabile e irrinunciabile di pensiero e di immaginazione che inaugura quella passione per l’inconscio da cui nasce tutta la letteratura fantastica moderna.

Emanuele Trevi è editor e autore di saggi e romanzi. Ha debuttato nella narrativa nel 2003 con I cani del nulla, uscito presso Einaudi Stile Libero. È stato direttore creativo della Fazi editore, ha curato una collana presso Quiritta editore e, con Marco Lodoli, l’antologia scolastica Storie della vita edita da Zanichelli. Con il libro reportage sul poeta Pietro Tripodo, Senza verso. Un’estate a Roma edito da Laterza ha vinto il Premio Sandro Onofri. Collabora con Radio 3 e ha scritto su diverse riviste come Nuovi Argomenti, Il caffè illustrato e su quotidiani quali la Repubblica, la Stampa e il Manifesto.

Matteo Galli, germanista e traduttore, è professore ordinario di Letteratura Tedesca all’Università di Ferrara. Ha scritto su E.T.A. Hoffmann, Edgar Reitz e ha tradotto alcune tra le voci più interessanti della letteratura tedesca contemporanea. Per L’Ormaeditore cura la collana delle Omnia interamente dedicata a E.T.A. Hoffmann.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI