Eliminazione dal servizio del treno 7598 Orte Viterbo, penalizza gli studenti

Riceviamo e pubblichiamo:

L’osservatorio regionale sui trasporti è composto da comitati e associazioni di utenti e consumatori che da tempo sono impegnati per una politica della mobilità nella Regione Lazio, attenta alle esigenze dei pendolari e degli utenti, finalizzata al riequilibrio territoriale, oltre che alla creazione di sviluppo economico.

Molte le criticità di grande e piccola entità che l’Ort riscontra, in particolare nella provincia di Viterbo, per questo sollecita gli organismi competenti alla sua soluzione, affinché venga favorito il rispetto dell’ambiente e quindi della salute di tutti e per migliori servizi; affinché, nei trasporti, si realizzi l’effetto rete e la integrazione tra le modalità.

Dopo aver appreso dalla stampa, grazie alla denuncia effettuata dalla signora Monica Malvagia, che Treni Italia anche per l’orario invernale ha confermato la eliminazione dal servizio il treno 7598, che non permette il raggiungimento, da parte degli studenti delle scuole viterbesi, abbiamo ritenuto necessario chiedere chiarimenti alla Regione Lazio e a Treni Italia.

Tale eliminazione dal servizio provoca infatti un disservizio che riteniamo non possa essere stato accettato dai Comuni o dai sindacati dei lavoratori o dalle parti interessate.

Andrea Ricci, presidente dell’Osservatorio regionale ai trasporti (Ort), ha cosi commentato questo accadimento: “Il provvedimento, gravissimo, è entrato in vigore con l’orario di giugno. A noi dell’osservatorio regionale dei trasporti non era stato comunicato, ma non posso credere che non sia stato discusso con le amministrazioni locali.

Presto o tardi che sia, in ogni caso, è il caso di tornare su questi passi e ne chiederemo conto. Se qualcuno, in considerazione delle mire “soppressiviste” dell’ATAC sulla Civitacastellana – Viterbo, parla di smantellamento del trasporto ferroviario nella provincia di Viterbo, questo provvedimento si inserisce a pieno titolo in scia”.

Al primo commento a caldo Andrea Ricci ha immediatamente inviato alla segreteria dell’assessore ai trasporti della Regione Lazio e alla struttura competente di Trenitalia la seguente richiesta:

“Ci è stata segnalata la soppressione il sabato del treno 7586 Orte – Viterbo. Per parte nostra non avevamo avuto comunicazione di questo provvedimento e ci chiediamo se stia stato concordato con altri stakeholder locali. Questa soppressione, pur in vigore con l’orario estivo, moltiplica i disagi creati in occasione della riapertura della scuole di questi giorni. Vi invitiamo quindi a valutare la revoca del provvedimento”.

Raimondo Chiricozzi – Responsabile Ort provincia di Viterb

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI