E’ scomparso Antonio Fiorentini, maestro pasticcere di Viterbo

E’ scomparso Antonio Fiorentini, maestro pasticcere viterbese. Aveva 85 anni. Il suo percorso professionale era iniziato nel 1947, nella pasticceria Parea, che aveva sede in corso Italia. Qui, grazie anche all’opportunità di lavorare al fianco di eccellenti professionisti provenienti da importanti città italiane e dunque espressione di diverse culture, si era così innamorato del mestiere che nel 1960 aveva deciso di mettersi in proprio. Sono in tanti, a Viterbo, a ricordare il laboratorio della sua pasticceria, Alba (nel nome, una dichiarazione d’amore verso la madre), che si affacciava su via Vetulonia, nel centro storico, dal 1962 al 1986.

Nel tempo, la passione per l’arte dolciaria, trasmessa ai suoi tre figli, non si è mai spenta, perché, anche dopo aver lasciato la società nel 1996, Antonio ha continuato a interessarsi dell’attività, a dare consigli, curioso, da artigiano autentico, dell’evoluzione del gusto e delle tendenze nel settore. Del resto, già nel periodo della formazione aveva sempre posto grande attenzione alla ricerca e alla qualità del prodotto (esperto e sostenitore, come il figlio Ermanno, della lavorazione del lievito naturale), oltre che alla conoscenza e al costante perfezionamento delle tecniche. Anche negli ultimi anni, ogni Natale, il meraviglioso presepe di cioccolata di Alba ha portato la sua firma. Così come è stato lui a disegnare la confezione dell’ultima creazione di successo della pasticceria.

La CNA di Viterbo e Civitavecchia gli rende omaggio ed esprime sentimenti di profondo cordoglio alla moglie Teresa, ai figli Ermanno, attuale presidente dell’Associazione Provinciale Panificatori e Pasticceri di Viterbo, Massimiliano e Fabiola, ai parenti tutti.

I funerali si svolgeranno venerdì 15 giugno, alle ore 15,30, presso la Chiesa di Villanova.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI