È Sandrucci show al Mini Challenge all’Autodromo di Imola

Cristiano Politini

Pole position, vittoria in Gara1 e secondo posto in Gara2 per Gustavo Sandrucci nel weekend di gara del Mini Challenge tenutosi all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Sandrucci ha cominciato la stagione 2018 come aveva chiuso quella passata: da vero protagonista. Il pilota di Viterbo ha mostrato la sua velocità in tutto il weekend di gara, a partire dalle prove libere dove si è imposto in entrambe le sessioni. Il sabato stessa musica: in qualifica è pole position. In Gara 1 Sandrucci parte forte, mantiene la testa della classifica lottando fino alla fine con Rangoni tagliando, poi, il traguardo con sei decimi di vantaggio sull’inseguitore, per un esordio da incorniciare.

Dopo la vittoria nella prima gara, il pilota viterbese ha affrontato Gara2 sempre con lo stesso spirito partendo, però, non più dal primo posto ma, per l’inversione della griglia, dall’ottava casella dello schieramento. Una serie di incidenti al via consentono a Sandrucci di guadagnare posizioni importanti e di balzare subito secondo. La gara continua con il pilota viterbese alla caccia del primo posto ma alla bandiera a scacchi, complice anche un piccolo problema tecnico, Sandrucci finisce secondo alle spalle di Torelli. Con questi due importanti risultati il talento di Viterbo si piazza in testa alla classifica, facendo capire subito le sue intenzioni, quelle della vittoria del campionato.

“Il weekend è andato molto bene e ho avuto sin da subito un gran feeling con la macchina. Infatti, in qualifica sono stato l’unico a scendere sotto i due minuti” – ha raccontato Sandrucci. “In Gara 1 ho vinto lottando per venticinque minuti con Rangoni, pilota veramente forte e di esperienza, che non mi ha mai mollato per un attimo. Invece, in Gara 2 sono partito ottavo per l’inversione della griglia. Sono scattato bene e di fronte a me ci sono stati alcuni contatti e ho approfittato della situazione per guadagnare posizioni. Mi sono ritrovato secondo all’inseguimento di Torelli, un ragazzo molto veloce. Ho provato a prenderlo, ma lui andava veramente forte e ho fatto un po’ di fatica, complice anche la macchina che è calata un po’ di motore. Ho dovuto accontentarmi del secondo posto, ma sono molto contento del risultato.”

Ora il pilota viterbese guida la classifica da leader e guarda fiducioso e con voglia di correre alla gara successiva che si terrà sul prestigiosissimo circuito francese del Paul Ricard: “Sono veramente soddisfatto, il team ha svolto un gran lavoro. Ora guardiamo al weekend in Francia, mi allenerò al simulatore per preparare al meglio una gara su un circuito che non conosco”.

COMMENTA SU FACEBOOK