“Dolce con la nocciola romana”.I vincitori con Lazio in testa

Il Lazio la fa da padrone al 7° premio nazionale Dolce con la nocciola romana che si è svolto sabato scorso a Ronciglione.
Roma, infatti, ha trionfato in ben due categorie, quella delle Torta artistiche, vinta da Maniaci Marco di Pomezia e la monoporzione andata al giovanissimo Brunelli Andrea, di soli sedici anni.
A primeggiare nella sezione Torte da viaggio è stata invece la Pasticceria napoletana Ferrero di Taranto.
La “maratona golosa”, cui hanno partecipato ventidue concorrenti provenienti da ogni regione d’Italia, è stata alquanto agguerrita, vista l’elevata qualità di tutti i dolci ammessi alla selezione.
A giudicare tredici rappresentanti di diverse categorie professionali e della società civile: Giovanni Di Mattia, il proprietario di Palazzo delle Maestranze, messo gentilmente a disposizione per ospitare il premio, l’artista Giuseppe Mannino, il commercialista Cesare Ferri, la rappresentante Copront Magdalena Pulwer, il consigliere provinciale e sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi, il segretario generale della Camera di Commercio Francesco Monzillo, l’insegnante Montaruli Maria Francesca, la ristoratrice Lilli di Marco, il sindaco di Ronciglione Alessandro Giovagnoli, la funzionaria dell’ambasciata del Costarica Carla Sierra Zuniga ed i tre rappresentanti della giuria tecnica: Mario Ragona, Fip, Sergio Signorini della Caffarel e Rita d’Ascenzo Fip.
Il concorso, sempre più importante a livello nazionale, rappresenta una manifestazione strategica per il territorio anche dal punto di vista della promozione.
I dolci in concorso, infatti, oltre a contenere tra i loro ingredienti uno dei prodotti principe dell’economia locale, ovvero la nocciola, costituisce anche un’ottima vetrina per la Tuscia nelle varie regioni di appartenenza dei diversi concorrenti.
Non è un caso che, nel corso degli anni, siano andate consolidandosi collaborazioni di assoluta rilevanza, come quella con la Caffarel, uno dei più importanti marchi nel settore dolciario anche a livello internazionale e, da quest’edizione, anche con il Costarica.
Il premio, ideato dal consigliere comunale Fabio Troncarelli ed organizzato dall’associazione 1728, è stato sostenuto dagli sponsor Banca di credito cooperativo di Ronciglione, Prefedil S.p.A., industria Dolciaria Cimina, Supermercati Tigre di Capranica, Coopernocciole, Azienda Agricola Vallicella e Tarantini sede corsi FIP-Lazio.
A realizzare invece il premio andato ai vincitori, una creazione originale dipinta a mano, è stata l’artista ronciglionese Giuseppina Piombi.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI