Coldiretti Donne Impresa: “Sosteniamo le nostre aziende, i nostri prodotti, la campagna non si ferma!”

In occasione dell’8 marzo, Coldiretti Donne Impresa Viterbo guarda alla situazione imprenditoriale ed economica delle aziende rosa della provincia. I dati finora positivi e in costante crescita, stanno subendo un rallentamento a causa delle problematiche sanitarie degli ultimi tempi. Purtroppo, gli effetti del coronavirus si stanno facendo sentire già adesso e si teme per gli sviluppi futuri.
“Siamo in un momento molto delicato. I dati sulla crescita sono preoccupanti. Aspettiamo le ripercussioni del coronavirus sull’economia, con un’attenzione particolare al nostro settore agricolo” afferma Francesca Cassanelli, Responsabile Donne Impresa di Coldiretti Viterbo “quello che possiamo fare attivamente è sostenere le aziende, comprare agroalimentare italiano, non fermare la nostra economia. I nostri mercati di Campagna Amica sono aperti e continueranno a lavorare perché la campagna non si ferma!” .
Segue il Direttore Pasquali: “#MangiaItaliano è la campagna che abbiamo lanciato per sostenere il nostro Made in Italy, le nostre eccellenze agroalimentarti ed i nostri agricoltori. Rimarremo sul territorio per dare tutto il necessario sostegno alle imprese agricole”.
Nel piazzale della Coldiretti Viterbo, in Via F. Baracca 81, il mercato continua la sua attività; sui banchi è possibile scegliere ed acquistare tutti i prodotti agroalimentari per la spesa del fine settimana. Tra i vari produttori, troviamo due incredibili rappresentanti di Donna Impresa Viterbo: Angela Ferri e Santina Maiucci. Le due imprenditrici producono rispettivamente formaggi e orticole, rigorosamente a Km0 e nel pieno rispetto della filiera corta. “La bellezza di partecipare al mercato è quella di parlare con i consumatori, capire le loro preferenze, raccontare la bontà dei prodotti, delle tradizioni e delle ricette del nostro territorio” dice Angela che con le sue mozzarelle sta spopolando “Ogni sabato mi accompagna mia figlia, Ilaria; è meraviglioso avere l’opportunità di lavorare insieme a lei”.
Nel banco accanto ad Angela c’è Santina: “Ogni sabato sono qui, ormai sono quasi otto anni. E porto tutto quello che riesco a raccogliere; dal produttore al consumatore, in maniera diretta e semplice”.
Entrambe vi aspettano il sabato mattina dalle 8.00 alle 13.00. Girando tra i banchi si possono assaggiare, oltre ai formaggi di Angela, quelli de “La Cascine delle Pantane” di Pesci Giovanni e Delrio Gian Luca; si possono trovare salumi e carne fresca dell’ azienda Carla Reinkardt, il miele della azienda di Mirko Giuliani, il vino di Federico Porri, le nocciole e la biscotteria dell’ azienda “Gentil nocciola” di Leonardo Barbanti . Frutta e verdura vengono vendute da “La Culla” di Giulia Maggini, dall’azienda agricola “Piammano” di Luca Belvisi, da Maria Beatrice Guerra. Esempio di agricoltura sociale sono le produzioni di Fattorie Solidali. Ultima arrivata l’ azienda agricola Monchini per pane e farine.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI