Bolsena, Depuratore Cobalb “Allarme anche sugli impianti geotermici”

Riceviamo e pubblichiamo:

I consiglieri comunali di Tarquinia, Silvano Olmi e Maurizio Perinu, hanno partecipato ieri pomeriggio, 24 settembre 2018, alla riunione degli amministratori dei comuni che si affacciano sul lago di Bolsena e sono serviti dall’impianto di depurazione gestito dal Cobalb. Al termine della stessa si è deciso di invitare l’assessore regionale all’ambiente per un confronto pubblico sull’importante questione.

La riunione si è svolta nella sala del consiglio comunale di Bolsena e ha visto la partecipazione anche di un pubblico attento e partecipe. I due consiglieri tarquiniesi, nonostante fossero al termine del loro mandato, le dimissioni del sindaco di Tarquinia sono diventate definitive ieri sera, hanno voluto assistere ugualmente all’incontro.

All’inizio della riunione, il direttore del Cobalb Massimo Pierangeli ha minuziosamente illustrato lo stato di avanzamento dei lavori in atto alle venti pompe di sollevamento e ha evidenziato le problematiche sorte recentemente a due degli impianti e che presto la ditta incaricata risolverà.

È seguita una proficua discussione, durante la quale è stato ribadito tra l’altro l’allarme sugli impianti geotermici progettati per essere realizzati nella provincia di Viterbo e nella vicina Umbria.

“Ringraziamo per l’invito che ci è stato rivolto – dichiarano i due ex-consiglieri Olmi e Perinu – abbiamo partecipato con interesse alla riunione perché lo stato di salute del lago di Bolsena e l’efficienza del depuratore del Cobalb riguardano anche noi tarquiniesi.”

Infatti, qualsiasi tipo d’inquinamento del lago, attraverso il fiume Marta, giunge fino al mare antistante Tarquinia Lido con gravi problemi all’ambiente e alla balneazione.

“L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Pietro Mencarini – ricordano Olmi e Perinu – ha approvato il 4 agosto scorso la delibera di Giunta relativa al contratto di fiume, strumento di governo del territorio condiviso con i Comuni dell’entroterra e utile per coordinare gli interventi a tutela del lago di Bolsena, del fiume Marta e della costa tarquiniese.

Condividiamo l’allarme lanciato sugli impianti geotermici– concludono Olmi e Perinu – inoltre speriamo che i lavori al depuratore del Cobalb siano completati al più presto e concordiamo con la proposta dei Sindaci di invitare a Bolsena l’assessore regionale all’ambiente per un utile confronto.”

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI