Beethoven Festival Sutri, la grande musica è diva per la ventesima edizione

È alle porte il BEETHOVEN FESTIVAL SUTRI 2021 che, lanciato nel 2002 dall’Associazione Amici della Musica di Sutri in uno dei borghi più antichi e misteriosi del Lazio, raggiunge così l’ambizioso traguardo di ventesima edizione con circa 200 concerti realizzati negli anni. Quasi tutti gli undici appuntamenti della manifestazione, organizzata con il contributo del Comune di Sutri, della Fondazione Carivit e della Banca Lazio Nord, prenderanno vita nella splendida sede della Chiesa romanica di San Francesco nell’incantevole località della Tuscia. L’emergenza sanitaria da Covid-19 ha determinato un cambio di periodo del festival, che anche quest’anno è stato posticipato e si realizzerà dal 4 settembre al 30 ottobre. Come consolidata tradizione, i concerti in programma sono stati scelti con estrema cura e attenzione, rendendo il cartellone un mosaico di alto livello nonché di grande respiro. L’Associazione Amici della Musica di Sutri dunque, con l’entusiasmo e la vitalità che l’ha sempre contraddistinta, presenta il cartellone dell’edizione 2021.

A inaugurare la stagione sarà la pianista Anna Lisa Bellini che è tra i fondatori del Beethoven Festival Sutri nonché ideatrice e curatrice dell’aspetto artistico. Sabato 4 settembre ore 18.00, Chiesa di san Francesco, sarà proprio il suo recital pianistico dal titolo “È possibile narrare il tempo?” a omaggiare e celebrare il considerevole traguardo del ventennale. La pianista, molto amata dal pubblico del festival, eseguirà la Sonata op.109 di Beethoven, Passeggiata in riva al mare di Mario Guido Scappucci (composizione a lei dedicata che verrà eseguita in prima assoluta) e i celeberrimi 24 Preludi op.28 di Chopin.

Sabato 11 settembre alle ore 18.00, Chiesa di san Francesco, prenderà vita un appuntamento di straordinario interesse dal titolo “Dalla prima alla seconda scuola di Vienna”. Il concerto sarà affidato al Quartetto di Fiesole che, in attività da oltre trenta anni, è una delle formazioni di punta del panorama cameristico italiano. Alina Company e Simone Ferrari violino, Flaminia Zanelli viola e Sandra Bacci violoncello porteranno in scena tre grandi compositori. Il programma si aprirà, infatti, con il quartetto in do maggiore KV157 di Mozart e Langsamer Satz di Webern, per concludersi con il celeberrimo Quartetto op.29 “Rosamunda” di Schubert.

Evento di prestigio sarà il terzo appuntamento che, sabato 18 settembre ore 18.00 Chiesa di san Francesco, vedrà protagonisti il grande violinista Carlo Maria Parazzoli, primo violino solista dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e la coinvolgente pianista Anna Lisa Bellini. I due artisti collaborano insieme da oltre trenta anni ed eseguiranno due capolavori per violino e pianoforte del tardo Romanticismo francese: la Sonata op.13 di Faurè e la Sonata in la maggiore di Franck.

Organizzato in collaborazione con la Direzione Regionale Musei Lazio, il quarto imperdibile appuntamento si svolgerà eccezionalmente nella Sala della Conversazione del Casino Montalto di Villa Lante a Bagnaia e sarà affidato al talentuoso fisarmonicista Gianluca Campi, vincitore del Trofeo Mondiale nel 2000 in Portogallo. Il concerto in programma domenica 19 settembre alle ore 18.00, come suggerito dal titolo “Elaborazioni e variazioni”, sarà interamente dedicato a composizioni di Vivaldi, Paganini, Strauss, Rossini, Larionov, Monti e Brahms, originalmente scritte per altri organici e magistralmente rielaborate per fisarmonica dallo stesso Campi.

Sabato 25 settembre alle ore 18.00, Chiesa di san Francesco, sarà la volta del concerto dal titolo “Tra Classicismo e Romanticismo”, secondo recital pianistico in cartellone. Protagonista sarà l’acclamato pianista Marco Vincenzi, già ospite estremamente apprezzato in passate edizioni, che eseguirà al pianoforte la Sonata op. 13 “Patetica” di Beethoven incastonata tra altri due capolavori: la sonata in do maggiore K330 di Mozart e gli Studi Sinfonici op.13 di Schumann.

Altro evento di prestigio sarà il quinto appuntamento in programma, lunedì 27 settembre alle ore 19.30 nella Chiesa di san Francesco. In scena andrà il grande violinista Vincenzo Bolognese, primo violino di spalla del teatro dell’Opera di Roma, impegnato in un concerto dedicato all’integrale dei 24 Capricci di Paganini. L’opera è un autentico capolavoro del grande compositore genovese che, con meravigliosa essenzialità nonché ricchezza, spazia nei vari campi della tecnica violinistica.

L’immancabile momento dedicato ai giovani talenti emergenti si svolgerà lunedì 4 ottobre alle ore 19.30 (ingresso libero), Chiesa di san Francesco a Sutri. Vincitori di importanti concorsi nazionali, Matteo Bonaccorso flauto, e Marco Nucci flauto, insieme al pianista Simone Mechelli daranno vita a un programma particolarmente interessante. Verranno eseguiti il Duetto IV in do maggiore da Sei Duetti per due flauti op.2 di Quantz, la Sonata n.2 per due flauti di Telemann, il Concerto in sol maggiore per due flauti di Cimarosa, Momento musicale op.16 n.4 di Rachamninoff e la sesta Raposida ungherese di Liszt per pianoforte, per concludere con la Fantasia su Rigoletto op.38 di Cimarosa.

“Ricordi italiani e spagnoli per 88 tasti e 6 corde” è  il titolo dell’ottavo appuntamento in programma sabato 9 ottobre alle 18.00, Chiesa di san Francesco. Sul palco saliranno Lapo Vannucci chitarra e Luca Torrigiani pianoforte, due artisti legati da profonda amicizia uniti in duo con l’intento di esplorare nuovi ambiti della musica. I due acclamati interpreti, in una combinazione cameristica insolita quanto ricercata, proporranno una serie di brani che, per autori o per ”colori”, saranno dedicati all’Italia e alla Spagna, spaziando tra autori come Mozart, Beethoven, Rossini, Carcassi, Castelnuovo-Tedesco, Torroba, Tárrega, Procaccini, Di Fiore  e Bigazzi & Colonna.

In primo piano per il nono appuntamento, in programma sabato 16 ottobre alle ore 18.00 (Chiesa di San Francesco – Sutri), ci sarà il Quartetto Rasna, formazione costituita da quattro musicisti di eccellenza che sono orgoglio della Tuscia: Alessandro Cervo violino, Gianluca Giganti violoncello, Gianluca Saggini viola e Anna Lisa Bellini pianoforte. Per gli appassionati del Beethoven Festival Sutri i quattro artisti hanno scelto un programma molto avvincente dal titolo “Nella linea maestra dei grandi Quartetti” . Verranno messi a confronto due capisaldi del repertorio per archi e pianoforte: il Quartetto in mib maggiore op.16 di Beethoven e il Quartetto in mib maggiore op.47 di Schumann.

Gli ultimi due appuntamenti, a cento anni dalla nascita, renderanno omaggio al grande compositore argentino Astor Piazzolla. Sabato 23 ottobre ore 18.00, Chiesa di San Francesco, Ivo Scarponi al violoncello e Moira Michelini al pianoforte saliranno sul palco per regalare un concerto molto ricco e allettante dal titolo “Anima Argentina”. I due grandi solisti eseguiranno Pampeana n.2 di Ginastera incastonata tra 3 Tangos, Oblivion, Esqualo, Adiós Nonino e Le Grand Tango di Astor Piazzolla. 

L’appuntamento conlcusivo della XX edizione del Beethoven Festival Sutri, sabato 30 ottobre ore 18.00, Chiesa di San Francesco, sarà affidato al travolgente Duo Maclè formato dalle pianiste Sabrina Dente e Annamaria Garibaldi: quattro mani che accarezzano ed esaltano i tasti del pianoforte.  Il programma dal titolo “Blu Tango” si aprirà con una ricercata selezione di brani di Astor Piazzolla (Adiós Nonino, La muerte del Angel,  Introduccion al Angel, Fracanapa, Fuga y misterio,  Allegro tangabile, Tres minutos con la realidad e  Primavera Porteña)  per concludersi con la Rapsodia in blu,  una delle più famose composizioni dello statunitense George Gershwin.

 

Il Beethoven Festival Sutri 2021 è organizzato nel rispetto delle norme per la sicurezza sanitaria in vigore. È vivamente consigliata la prenotazione tramite WhatsApp (o SMS) al numero telefonico 353.3756855 oppure all’indirizzo email info@beethovenfestivalsutri.com entro le ore 12.00 del giorno del concerto. I biglietti (ingresso 10 euro) si potranno acquistare all’ingresso a partire da un’ora prima dell’inizio dei concerti e i posti saranno abbinati alle prenotazioni. Esclusivamente per il concerto del 19.09.21, l’accesso è consentito a seguito di prenotazione obbligatoria da richiedere all’indirizzo mail drm-laz.villalante@beniculturali.it .
Per informazioni più dettagliate si invita a consultare il sito www.beethovenfestivalsutri.com.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI