Bagnaia, a suon di feste celebra la sua pizza di Pasqua

pizza di pasqua

La Proloco di Bagnaia, capeggiata dalla infaticabile presidente Laura Belli mette in primo piano la cultura e le tradizioni del luogo, dandogli singolarità nel recupero del valore storico. E’ così:  Bagnaia sabato 12 e domenica 13 aprile inaugurerà la prima “Festa della Pizza di Pasqua”. L’evento celebra una tipicità dello splendido borgo, che dagli annali storici fa delle proprie tradizioni un elemento di condivisione forte. La popolare pizza di Bagnaia ne diviene regina conclamata nella due giorni in cui le sono stati dedicati appuntamenti di festa. “Avevamo in mente un progetto che, ispirato alla tradizione, fosse innovativo per Bagnaia – spiega Laura Belli, presidente della Proloco – da questa idea è stata concepita la festa, convinti che le tradizioni, così legate alla tipicità di un territorio, debbano rappresentare delle  finestre da cui affacciarsi per aprire le nostre menti, forti di un grande passato verso il presente arricchito e innovato”. Sapori e saperi che si uniscono e danno valore aggiunto a un luogo, rendendolo unico per caratteristiche. La Festa della Pizza inizierà alle ore 15 di sabato 12 aprile con la visita guidata, curata dall’Ufficio turistico di Viterbo, al borgo di Bagnaia e a Villa Lante, orgoglio dei bagnaioli, per l’occasione in apertura straordinaria, grazie all’associazione Amici di Bagnaia, cinque opere  saranno visitabili: Il tempietto di San Rocco, la chiesa di Santa Maria della Porta, Santa Maria del Rosario, Santo Stefano e Palazzo Gallo. Il tour continua sino alle storiche porte in legno del famoso ‘Forno da Laurina’, il primo di Bagnaia, riaperte per mostrare al pubblico lo spazio conservato integro, che è stato adibito a mostra. Al suo interno,  un percorso culturale ad hoc ne traccia la storia con fotografie, aneddoti, video e curiosità. A fine visita, i produttori locali di Pizza proporranno i loro prodotti, lungo il viale che porta a Villa Lante. Un esplosione di artigianato enogastronomico, visto e gustato dal vivo. Per i bambini dai 5 ai 12 anni si terrà un laboratorio culinario creativo presso i locali della Pro Loco. Il programma di sabato terminerà con un apericoncerto a tema, durante il quale si potranno degustare le specialità pasquali, deliziati dalla street band “Criansa percussion”. Domenica 13, invece, alle 10.30 evento straordinario con la messa in funzione del cinquecentesco “Forno da Laurina”, che si potrà ammirare in funzione. Nel pomeriggio, alle ore 16, è prevista una gara di pizze, con gli stessi abitanti del borgo. Le pizze in gara saranno  premiate da una giuria. Alle 17.30, è in programma un Laboratorio di Pizze di Pasqua con le donne di Bagnaia che saranno accompagnate dai racconti di Franco Pierini sulle tradizioni pasquali del paese. La prima “Festa della Pizza” terminerà alle 18.30 con l’incontro storico-culturale con Silvia Brescia sulla storia e la tradizione del forno. “La Pro Loco di Bagnaia – interviene Andrea De Simone, direttore di Confartigianato Imprese di Viterbo, sponsor dell’evento – ha saputo ideare un evento che riveste un valore socioculturale importante per il capoluogo. La due giorni non solo ha il merito di creare interesse, incidendo su una del territorio, ma farà anche da cassa di risonanza per gli artigiani della zona che troveranno nella festa un’ottima vetrina per i loro prodotti. Siamo orgogliosi di essere partner dell’iniziativa”. Le iniziative della Proloco di Bagnaia vanno oltre la Festa della Pizza: i ragazzi capitanati dalla presidente  Belli, infatti, sono impegnati a 360° anche nella cooperazione con altre realtà attive sul territorio. Il 25 aprile  con  i ragazzi del gruppo mountain bike , distribuiranno guide turistiche sulle bellezze di Bagnaia alle famiglie dei ciclisti. Il 30 aprile  porteranno la loro specialità sul “Trenino verde” di Legambiente che, partito dalla capitale, passerà per la vecchia ferrovia con sosta a Bagnaia.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI