Backstage: conosciamo l’Opera Cantonese/GUARDA LE FOTO

backstage

Una riflessione divertente sull’Opera Cantonese, quella messa in scena dalla compagnia di Hong Kong Spring Glory Troupe, per una tournée che dopo il Belgio e l’Olanda è approdata a Viterbo, nell’ambito del festival Quartieri dell’Arte. Dichiarata patrimonio immateriale dell’Unesco nel 2009, l’Opera Cantonese è una forma d’arte che richiede ai suoi performers straordinarie doti nella musica, nelle arti marziali, recitazione e acrobazie, e non è ancora molto nota al pubblico europeo.

Il primo atto della rappresentazione ha luogo nel backstage di un’opera Cantonese. Guidata dal maestro Yuen Siu Fai, la Spring Glory Troupe mette in scena nel secondo atto anche un estratto dalla famosa opera tradizionale “Due famiglie eroiche”. Molti dialoghi sono in inglese, mentre l’opera vera e propria è cantata in cinese. Sottotitoli in inglese e in cinese sono disponibili durante tutta la performance.

Fantasmagorici costumi, make up straordinari, coreografie intricate e simulazioni di duelli, strumenti musicali e tecniche vocali della più pura arte di Hong Kong: un viaggio divertente nelle tradizioni di un paese lontano e vicino insieme.

[pp_gallery gallery_id=”36146″ width=”500″ height=”400″]

FOTO DI DONATELLA AGOSTINI

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI