Arte Migrante Festival, a Ronciglione arriva Ascanio Celestini

Nell’ambito di “Arte Migrante Festival – Quando a partire eravamo noi” – la manifestazione patrocinata dalla Regione Lazio che dal 4 al 22 settembre porterà nei Comuni di Ronciglione, Caprarola, Canepina e Capranica quindici appuntamenti tra cinema, musica, letteratura, teatro e conferenze – il teatro comunale “Ettore Petrolini” di Ronciglione ospiterà, il 22 settembre alle ore 21.30, lo spettacolo di Ascanio Celestini “La ballata dei senza tetto”.

La rappresentazione, di e con Ascanio Celestini insieme a Gianluca Casadei (fisarmonica, tastiere e live electronics), mette in scena i personaggi degli spettacoli di Celestini tra cui Laika e Pueblo, parte di una trilogia narrativa fatta di tante figure che si muovono in un unico ambiente: una periferia che ruota attorno a due parcheggi, quello del supermercato e quello di un grande magazzino pieno di pacchi.
Il narratore racconta quello che vede. Alle volte è ciò che conosce, altre è quel che immagina. Così i racconti dei tre spettacoli vengono smontati come un mazzo di carte dal quale pescare ogni volta figure diverse.

I biglietti saranno disponibili a breve presso Tabaccheria Centrale di Mauro Scialanca Piazza Vittorio Emanuele Ronciglione e online su Ciaotickets.

Arte Migrante Festival si prefigge lo scopo di abbattere i pregiudizi raccontando il fenomeno dell’immigrazione attraverso l’arte, le conferenze, il cinema e la condivisione. La manifestazione coinvolgerà le scuole di ogni ordine e grado dei comuni coinvolti nel progetto, con proiezioni di grandi film classici che raccontano la migrazione italiana del 900. Il progetto “Quando a partire eravamo noi” vuole infatti raccontare alle nuove generazioni il fenomeno dell’emigrazione italiana in Europa e nel Mondo.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI