Antigone e altre solitudini in scena a Civita Castellana

antigone

La Compagnia Dark Camera Extra in collaborazione con Alice Società Cooperativa Sociale porta in scena lo spettacolo “Antigone e altre solitudini”. L’appuntamento è per venerdì 10 aprile alle 19 al Teatro Suore Francescane in via Ferretti a Civita Castellana.

La tragedia di Sofocle si apre con la drammatica figura di Antigone. Figlia di Edipo e di Giocasta, Antigone nasce da un incesto, giacché la madre di Edipo era la stessa Giocasta. Nel momento in cui Giocasta si rende conto dell’incesto avvenuto si toglie la vita impiccandosi. Non meno atroce la sorte di Edipo il quale, dopo aver preso coscienza dell’accaduto si acceca trafiggendosi gli occhi con due spilloni. Antigone viene ritratta come l’eterna compagna del padre, al suo fianco nei momenti di dolore e di sconforto, la guida nel suo errare cieco per il mondo. Rimanendo sempre accanto all’anziano genitore, Antigone decide di sacrificare al padre tutta la sua vita, incarnando il simbolo di rinuncia: diviene vittima di un doloroso destino, costellato dalla più estrema solitudine e frustrazione. Poi la guerra di successione per il regno di Tebe vede contrapporsi i due fratelli di Antigone, Eteocle e Polinice. Morti per mano l’uno dell’altro, lo zio Creonte, successore al trono, promulga un editto in cui vieta la sepoltura a Polinice, che aveva mosso guerra a  Tebe. Antigone viola il decreto emanato dal re di Tebe e seppellisce il fratello Polinice. Il suo gesto di pietà la condanna a morte, confinandola di nuovo alla disperata solitudine del suo gesto d’amore e di coraggio.

Ad interpretare Antigone sarà Barbara Lerici. Saliranno sul palco Antonello Conte, Danilo Coverini, Cinzia Di Vito, David Fidaleo, Antonio Pelizza, Pierluigi Sciarrini, Carlo Torre. Lo spettacolo è a cura di Marcello Sambati.

LA LOCANDINA

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI