Anche Fare Verde Tarquinia al Good Deeds Day 2015

fareverde

C’era anche l’associazione ambientalista Fare Verde di Tarquinia tra i circoli del volontariato che hanno partecipato alla manifestazione “Good Deeds Day 2015”, la giornata mondiale per il bene comune svoltasi ieri, domenica 15 marzo 2015, a Roma.
Via dei Fori Imperiali è stata animata da 80 associazioni che hanno allestito stand espositivi e organizzato eventi, spettacoli e dimostrazioni.
Nato nel 2007 da un’idea dell’imprenditrice e filantropa Shari Arison, il Good Deeds Day è una celebrazione annuale delle azioni per un mondo migliore che quest’anno ha coinvolto oltre 900.000 persone in 58 paesi del mondo.
Nel mese di marzo di ogni anno, in tutto il mondo, migliaia di persone scelgono di aiutare gli altri, mettendo in pratica la semplice idea che ognuno può fare qualcosa di buono, che si tratti di un gesto grande o piccolo, per migliorare la vita degli altri e cambiare il mondo in maniera positiva.La manifestazione organizzata dai Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio, è stata aperta ufficialmente da Shari Arison e dall’assessore alle politiche sociali, salute, casa ed emergenza abitativa del Comune di Roma
Francesca Danese, che si sono soffermate anche allo stand di Fare Verde, elogiando l’attività dell’associazione, specialmente nel campo dell’educazione ambientale nelle scuole.“È un evento importante, da ripetere anche nel 2016 – ha dichiarato il presidente regionale di Fare Verde, Silvano Olmi – l’augurio è che non si tratti di un episodio isolato, ma serva da stimolo ad impegnarsi tutti gli altri giorni dell’anno”. Fare Verde con . Il presidente regionale di Silvano Olmi e il responsabile provinciale Roberto Tomassini furono attivi nei due appuntamenti, organizzati nell’ambito della manifestazione nazionale denominata ”Il mare d’inverno”, nella Tuscia dedicati alla spiaggia e all’oasi delle Saline di Tarquinia Lido.Associazione ambientalista Fare Verde onlus. tel, 339.5974652, 333. 2985873 o via mail agli indirizzi tarquinia@fareverde.it,

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI