Amici a 4 zampe, il ritorno dalle vacanze i controlli necessari

a cura della redazione di 4 Zampe con le Ali

La porta di casa si è appena chiusa, ciotole trasportini sono in attesa di ritornare ai posti del viver quotidiano. Si riprende la vita di tutti giorni e come per i padroni anche loro mici e cagnolini o cagnoloni hanno bisogno di rimettersi in riga. Cosa fare?  Una bella visita veterinaria accurata ai nostri amici a 4 zampe , dopo le vacanze, può  fare solo bene. Per ripartire di slancio Anche sedurante  l’estate tutto è andato liscio, nei giorni del rientro c’è qualcosa di particolare da fare. Andiamo con ordine. In primo luogo, il padrone-modello farà un bel trattamento antiparassitario, contro pulci e zecche. Il trattamento è particolarmente indicato se il nostro cane o gatto non è venuto con noi in vacanza ma è stato “parcheggiato” in pensione, in canile o in rifugio, dove il contatto ravvicinato con altri animali è più facile e quindi più alta è la possibilità di trasmissione. E’ consigliabile, inoltre, per chi lo usa, sostituire al rientro il vecchio collare antipulci con uno nuovo, per rinnovare la copertura antiparassitaria.

Siamo stati in vacanza con il quattrozampe in una zona particolarmente umida? Si consiglia, in questo caso, un esame del sangue per accertare l’eventuale presenza della filaria. Chi è stato al mare in zone di esposizione di malattie endemiche come leishmaniosi e filaria, dovrà già dal rientro farsi un bell’appunto sull’agenda: a sei mesi di distanza dalle ferie estive sarà necessario fare gli esami di controllo. Perchè è necessario aspettare il periodo d’incubazione

Se invece, con il  cagnolone, avete passato il meritato riposo estivo in campagna, nelle vicinanze di greggi di pecore, come può succedere per esempio in Sardegna, può essere utile, una volta tornati a casa, fare un bel controllo parassitologico delle feci. Si verificherà così la presenza o meno dell’echinococcosi. Insomma, prevenire è meglio che curare. Al rientro dal periodo estivo un bel controllo sanitario è proprio indicato.

E per quanto riguarda il pelo? Come è noto, durante le vacanze può essersi rovinato con l’acqua di mare, la sabbia, il sole. Tornati a casa, dunque, è cosa buona e giusta lavare il cane con uno shampoo curativo per ristrutturare il manto. Consigliato dunque, al rientro dalle vacanze, di aggiungere del balsamo allo shampoo con il quale si farà il classico bagno antipulci del dopo-ferie. Il balsamo serve ad ammorbidire il pelo. In commercio esistono degli ottimi prodotti: consigliato un balsamo nutriente con vitamine o uno all’olio di jojoba». Ecco il massimo della vita: fare un bel bagno con sapone di marsiglia; aggiungere poi il balsamo; spruzzare infine un prodotto antipulci: il caro  Fido tornerà splendente come nuovo. Se poi, a fine settembre, fa ancora abbastanza caldo, si può procedere alla seconda toelettatura annuale. La toelettatura permetterà al manto, magari un pò bistrattato durante i bagordi estivi, di riequilibrarsi.

 

Vademecum del dopo vacanza

 

Visita veterinaria accurata dopo le vacanze, per controllare lo stato di salute generale

– Fare un bel trattamento antiparassitario contro pulci e zecche

– Lavare i cani con uno shampoo curativo per ristrutturare il pelo

– Chi lo usa: sostituire il collare antipulci con uno nuovo, per rinnovare la coperture antiparassitaria

– Seconda toelettatura stagionale. Attenzione, però: da fare solo se fa ancora caldo

– Aumentare un pò il peso energetico della pappa: si deve andare verso l’autunno e l’inverno

– Spazzolare con cura il pelo di cani e gatti: ricomincia la muta

– Eventuale controllo parassitologico delle feci

 

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI