Alcol: io ti bevo, tu mi mangi: insieme Prefettura e Ruffini

alcol

Il 15 aprile 2015 presso l’Auditorium della Università degli Studi della Tuscia, alle ore 9.00 si svolgerà l’evento conclusivo del progetto intitolato ‘’Alcool: io ti bevo, tu mi mangi’’, sull’uso smodato di sostanze alcooliche fra i giovani. Saranno presenti le principali autorità locali, il Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, nonché i Dirigenti scolastici delle scuole superiori di Viterbo e i genitori degli studenti coinvolti nelle attività progettuali. Progetto fortemente voluto dalla Prefettura di Viterbo e dal Liceo Scientifico Paolo Ruffini, con la collaborazione della Dirigente del SER.T. di Viterbo e del responsabile del centro di alcoologia.

I principali protagonisti della giornata saranno i ragazzi che presenteranno gli elaborati conclusivi di questo percorso di conoscenza e riflessione su un tema spesso ingiustamente sottovalutato. Intrventi del Prefetto di Viterbo Dott.ssa Antonella Scolamiero, che aprirà i lavori , seguiranno il Rettore dell’Università Prof. Alessandro Ruggeri, che ospita l’evento e la Prof.ssa Maria Antonietta Bentivegna, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico Paolo Ruffini di Viterbo. La Dott.ssa Roberta Monni, in qualità di responsabile del progetto per la Prefettura, illustrerà le attività progettuali nel loro composito.

La formazione e l’approfondimento della tematica hanno pure coinvolto le classi prime attraverso lezioni e focus group utilizzando sia il materiale fornito dai medici intervenuti, sia il metodo della “peer education” (educazione tra pari o meglio prevenzione tra pari), particolarmente diffuso nell’ambito della promozione della salute e più in generale nella prevenzione dei comportamenti a rischio. I ragazzi delle classi quarte esporranno brevemente la loro esperienza di Tutor.
Presenti la Dott.ssa Anna Rita Giaccone Direttore SER.T di Viterbo e il Dott. Vittorio Digiacomantonio , entrambi docenti del corso diretto ai professori ed ai ragazzi delle classi quarte: i due medici hanno affrontato le tematiche relative alle conseguenze negative dell’alcool sulla psiche e sul cervello, soffermandosi con particolare attenzione sugli effetti nocivi dell’uso smodato della sostanza sull’organismo degli adolescenti . Infine la Prof.ssa Rosa Moschini, responsabile del progetto per il Liceo Ruffini , illustrerà nel dettaglio le attività di approfondimento e studio svolte dai docenti e dagli studenti delle classi prime, introducendo i lavori che poi saranno presentati al pubblico. delle classi quarte esporranno brevemente la loro esperienza di Tutor. Dopo le introduzioni sarà la creatività degli studenti delle classi prime ad esprimersi con vari elaborati, che sono il risultato del lavoro svolto, al fine di sensibilizzare tutti i giovani e le loro famiglie sulla pericolosità di mode quali la Neknominate , il Binge Drinking, l’uso smodato di micidiali “shortini”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI