Aism e Caritas per l’inclusione degli stranieri affetti da SM

Da tempo i referenti della sezione provinciale AISM di Viterbo avevano notato un’anomalia nelle loro liste, nessun iscritto straniero. Possibile che a Viterbo e provincia non esistano stranieri con SM?

Grazie al PDTA Percorso Diagnostico Terapeutico e Assistenziale per la SM deliberato dalla ASL di Viterbo, oggi siamo in grado di garantire una presa in carico multidisciplinare a tutte le persone coinvolte nella SM, essenziale per una migliore qualità di vita. Serve informare, orientare e coinvolgere anche quella fascia di popolazione che spesso vivendo già un disagio di integrazione, si vede costretta a brancolare nel buio con la propria patologia.

Si è deciso di iniziare un percorso su tutto il territorio provinciale.

Nell’ambito della collaborazione tra le associazioni territoriali, grazie al tavolo permanente del volontariato promosso dalla ASL e alla consulta comunale del volontariato, il vicepresidente della sezione AISM di Viterbo Vito di Noto in accordo con il Presidente provinciale Francesco Veleno ha partecipato alla riunione dell’equipe sull’immigrazione in seno alla Caritas Diocesana. Vito di Noto, dopo aver illustrato la missione di AISM ha spiegato l’importanza del protocollo siglato con la ASL di Viterbo e i benefici che lo stesso porterebbe.

Luca Zoncheddu, Presidente della Caritas, insieme al consiglio direttivo si sono subito resi disponibili ad indirizzare gli stranieri regolari presenti sul territorio, affetti da sclerosi multipla, presso la sezione provinciale AISM di Viterbo, per poter accedere a un corretto percorso e ricevere tutte le informazioni certificate necessarie. La sezione AISM di Viterbo sottolinea che è in stretta sinergia con il Centro sclerosi multipla presso l’ospedale di Belcolle a Viterbo, che vede come Responsabile il Neurologo Dott. Nicola Falcone in stretto collegamento con tutti i servizi ospedalieri e territoriali. La sezione AISM di Viterbo chiede a tutte le altre associazioni, che operano su una più completa integrazione dei cittadini stranieri, di lavorare in stretta sinergia per un obiettivo comune.

La sclerosi multipla è una patologia cronica degenerativa che colpisce oggi in Italia oltre 114.000 persone, non fa differenze di nazionalità e può colpire chiunque. L’obiettivo dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla è quello di raggiungere tutte le persone coinvolte nella SM.

 

AISM Associazione italiana Sclerosi Multipla

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI